Maldini: “Ad Atene giocammo peggio di Istanbul, ma giocammo da grande squadra”

La Gazzetta dello Sport in edicola quest’oggi ha effettuato una lunga intervista all’ex capitano del Milan, Paolo Maldini, il quale, alla vigilia della finale di Champions tra Juve e Barcellona, ha parlato delle sue esperienze prima di partite così importanti: “Prima delle finali avevo l’abitudine di andare a dormire tardi, mi sono reso conto che dormendo poco, prima della gara, giocavo bene. La colazione? Non la facevo, in quelle occasioni non c’è bisogno di cercare la tensione. Ho giocato finali a 20 anni e 38: col tempo ho imparato a stemperare la tensione ed aiutare i compagni“.

LEGGI ANCHE:  Svolta sul futuro di Zaniolo, fissato l'incontro con la Roma: il motivo

Sulla finale di Atene del 2007: “La volevo particolarmente, era quasi un risarcimento della beffa di Istanbul. Giocammo peggio rispetto a due anni prima, ma giocammo da grande squadra“.

Sei qui: Home » Ipse dixit » Maldini: “Ad Atene giocammo peggio di Istanbul, ma giocammo da grande squadra”