Lugaresi (pres. Cesena): "Il Palermo ha fatto un gran colpo acquistando Defrel"

Lugaresi (pres. Cesena): “Il Palermo ha fatto un gran colpo acquistando Defrel”


Gregoire Defrel è uno dei giocatori più importanti del mercato italiano ed anche il Milan ha provato a fare qualche sondaggio per il centravanti francese, il quale, tuttavia, è ad un passo dal Palermo, come confermato a calciomercato.it dal presidente del Cesena Giorgio Lugaresi: “Defrel lo posso paragonare a una bella donna, tutti pronti a portarla fuori a cena ma nessuno disposto a farla mangiare in un bel ristorante. La verità alla fine è che il Palermo ha presentato la migliore offerta, come del resto è nello stile del patron Zamparini. Adesso toccherà ai rosanero trovare l’intesa con il ragazzo, ma non penso ci saranno problemi al riguardo. Zamparini ci ha visto lungo, prendendo un giocatore che può esplodere. Basti guardare il tipo di campionato fatto dal ragazzo l’anno scorso in una squadra che è poi retrocessa. Rischio rifiuto del giocatore? Gregoire è un giocatore intelligente e non vedo il motivo per il quale dovrebbe dire di no. A volte però sappiamo come i calciatori si facciano influenzare da mille fattori e conosciamo anche il peso dei procuratori oggi nel calcio. Mi auguro che tutto vada per il verso giusto“.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy