Agosto disastroso: dall’Audi Cup al mercato fermo. Il primo punto

Quattordici giorni all’inizio del campionato e tanti problemi per Sinisa Mihajlovic. L’Audi Cup ha messo in evidenza  le problematiche di questa squadra: una difesa da registrare, seppur con dei leggeri miglioramenti rispetto al precampionato dell’anno scorso e una manovra offensiva da puntellare. I 5 gol subiti tra Bayer e Tottenham e i 0 gol fatti devono suonare come un campanello d’allarme. L’ormai prossimo arrivo di Romagnoli (Galliani e Sabatini si vedranno domani mattina a Forte dei Marmi) dovrebbe sistemare definitivamente la difesa, almeno per quest’anno.

La situazione dal centrocampo in avanti pare essere più vertiginosa. La difficoltà nel trovare un centrocampista di qualità che innalzi il livello della squadra è eloquente. Witsel continua ad essere un miraggio: i 35 milioni chiesti dallo Zenit al momento rappresentano un ostacolo insormontabile. Ad ora sono calate anche le possibilità di rivedere Ibrahimovic con la maglia rossonera, anche se il Milan continua a crederci.

Situazione più tranquilla per Paulo Sousa, anche il nuovo allenatore della Fiorentina aspetta cenni dal mercato ma l’ottimo precampionato ha già scaldato la piazza: Barcellona e Chelsea (battute rispettivamente 2-0 e 1-0) testimoni. Il Milan non vuole essere la prossima grande squadra a cadere di fronte all’imprevedibilità dei viola. Il mercato e non solo: per un Agosto più decisivo che mai.

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy