TROFEO TIM/ Bacca bomber di razza, Alex e José Mauri in affanno

Carlos Bacca: si muove molto, svaria su tutto il fronte e, quando viene servito, con la palla tra i piedi, risulta letale. Da un suo cross, nasce la rete del momentaneo uno a zero. Da una sua splendida azione personale, arriva invece il due a zero. Un gol e un assist. Niente male, insomma. TOP.

Alex: lento e impacciato, sbaglia un anticipi importanti, non garantisce sicurezza, si fa spesso superare in velocità e, a seguito di un evitabile fallo da ultimo uomo, ha il demerito di farsi espellere e di fare in modo che il friendly derby si riapra. Scarico e fuori forma. FLOP.

Rodrigo Ely: grintoso, concentrato, puntuale e preciso, il difensore centrale brasiliano compie interventi chirurgici e intelligenti, mette in circolo forza fisica e centimetri, non concede quasi nulla e dimostra di essere all’altezza della situazione. Avanti così. TOP.

Giacomo Bonaventura: schierato in una posizione non sua, quella di interno di centrocampo, soffre la fisicità degli avversari, non riesce a rendersi utile, non recupera palloni e, quando chiamato a contrastare, non può che soccombere. Dulcis in fundo, da un suo retropassaggio errato, nasce l’espulsione di Alex. Fuori posizione. FLOP.

Nigel De Jong: aggressivo, coriaceo e determinato, nella posizione di centrocampista arretrato, fa il possibile per fornire protezione alla retroguardia, equilibrio, solidità, compattezza, filtro e interdizione. Non sarà perfetto in fase di costruzione, ma recupera palloni e presidia al meglio la zona di competenza. TOP.

José Mauri: spaesato e fuori condizione, si propone in avanti in maniera non costruttiva, non trova mai i tempi dell’inserimento, viene superato a più riprese e non svolge con efficacia la fase difensiva. Insomma, non si rende utile alla causa. Pesce fuor d’acqua. FLOP.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy