Balotelli nella caserma Milan. Dai social alla cresta, fino al fumo: firmato il codice di comportamento

Il bis è servito. Mario Balotelli, in attesa dell’ufficialità, ieri ha iniziato la sua nuova avventura al Milan. L’attaccante ha provato a prendere al volo l’ultimo treno della carriera, se riuscirà ad arrivare senza problemi al capolinea lo scoprirà solo il tempo. Intanto fa ancora rumore, e soprattutto si riempie di dettagli, il famoso codice di comportamento inserito dalla società di via Aldo Rossi per cautelarsi al massimo.

Una vera e propria lista di regola, voluta da Adriano Galliani in persona e stilata nelle scorse ore nello studio dell’avvocato Leandro Cantamessa, che il giocatore dovrà rispettare in aggiunta a quelle già in vigore a Milanello per l’intero spogliatoio. Pena, ovviamente, il pagamento di sanzioni. L’AD rossonero, svela il Corriere della Sera, avrebbe preso spunto addirittura dai codici di comportamento delle scuole più dure, come l’aeronautica militare. SuperMario ha letto ed accettato i vari punti che regolamentano l’uso dei social network (non potrà rivelare notizie che riguardano il club), vietano atteggiamenti che possono ledere l’immagine della società e gli impongono di arrivare puntuale agli allenamenti. L’ex interista dovrà curare bene anche l’aspetto: limitando capigliature e abbigliamento stravaganti, stando attento alla salute ed evitando di fumare e bere alcool.

A fare da garante all’operazione ci sarà Mihajlovic. Sinisa ha accettato la sfida e risponderà a dovere in caso di intoppi, perché ha accettato e firmato questa sfida e crede nel recupero di uno dei ragazzi più discussi del nostro calcio.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy