Chi scommette su Balo?

Piermaurizio Di Rienzo è giornalista professionista dal 2006 e coordinatore dei contenuti di SpazioMilan.it dal 2012. Dopo quasi un decennio di redazioni (Il Giornale, Leggo, Libero, Radio Lombardia e Sole24Ore), si è occupato per oltre due anni della comunicazione di alcune tra le più importanti manifestazioni fieristiche europee per poi intraprendere la strada di Food&Beverage Manager e CEO di una società del settore moda a Milano. Conduce il varietà sportivo “Falla Girare” ogni domenica su Radio Reporter. E’ direttore editoriale della free press pomeridiana Mi-Tomorrow.

Più che il campo sarà lo spogliatoio a dirci se e quanto sarà cambiato Mario Balotelli. Un dato è certo: la riapertura delle porte di Milanello rappresenta l’ultima spiaggia per l’ex attaccante del Liverpool. Un paradosso, se pensiamo ai venticinque anni di Mario. Ma è una verità assoluta, se consideriamo che Mino Raiola l’aveva proposto davvero a mezza Europa. Insomma, ora Balotelli sa di non poter sbagliare. Solo la sua “testa” può tradirlo o consacrarlo. Questione di settimane e ne sapremo di più.

E’ curioso notare l’atteggiamento dei tifosi milanisti. Anche un sondaggio proposto qui su SpazioMilan.it appena uscita la notizia della trattativa per il Balo-bis aveva evidenziato oltre il 70 per cento di pareri contrari. Eppure nelle ultime ore, soprattutto dopo le primissime dichiarazioni del giocatore, si è aperto uno spiraglio di fiducia. Una sorta di “cambiale” che molti rossoneri hanno deciso di concedere. L’eventuale tradimento di questa fiducia, però, sarebbe a dir poco lacerante. Tutto ruota intorno a Sinisa Mihajlovic. E’ l’allenatore il punto intorno al quale si spera che Balotelli possa tornare ad essere quel patrimonio del calcio che ogni italiano si augura. Il ragionamento è presto fatto: “Se Miha l’ha voluto, vuol dire che sa come fare…”.

Deve essersi convinto della stessa cosa anche Silvio Berlusconi che mai avrebbe pensato un anno fa di ritrovarsi Balotelli nelle stanze di Milanello. E non ci credeva nessuno al fatto che Mino Raiola potesse ancora stringere accordi così importanti con Adriano Galliani. Il sospetto (fondato) è che quest’operazione sia l’anticamera del vero ritorno di Zlatan Ibrahimovic, magari a gennaio. La logica avvalora la tesi. Diversamente, è stata una enorme scommessa. Con la sola possibilità di vincerla.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy