Lavagna tattica: l’Empoli di Giampaolo

Dopo la deludente prestazione messa in scena al Franchi di Firenze, il Milan torna in campo, in occasione dell’incontro valido per la seconda giornata di campionato, contro l’Empoli di Marco Giampaolo. Gli azzurri di Toscana non stanno attraversando un buon momento, sono reduci dalla débâcle interna contro il Chievo e sono avversari superabili senza troppi problemi.

In campo con un 4-3-1-2 poco quadrato, che dovrebbe essere mirato a cercare di fare la partita e di tenere il pallino dell’incontro, l’Empoli potrebbe avere la presunzione di venire a San Siro giocando aperto e cercando di fare la partita. Mentre il trequartista non dovrebbe ripiegare con regolarità, l’interno destro di centrocampo è solito fare pochissima interdizione e badare in prevalenza alla fase propositiva. Stesso discorso vale per il terzino sinistro che, pur proponendosi in avanti con continuità, fatica in fase di copertura e potrebbe a più riprese lasciare la propria corsia di competenza sguarnita.

Ecco allora che Dioussé e Croce, che dovrebbero essere schierati rispettivamente da centrocampista arretrato e da mezzala sinistra, potrebbero faticare a garantire il giusto equilibrio a centrocampo e non riuscire a fare in modo che la retroguardia sia protetta a dovere. Insomma, dal momento che la fase di rottura viene svolta in maniera a dir poco approssimativa, l’Empoli dovrebbe concedere molti spazi tra le linee e sulle corsie laterali, esporsi ad azioni di rimessa e a palle gol ed essere perforabile senza il minimo problema.

L’importante è che il Milan scenda in campo con un centrocampo ben impostato, formato da almeno due interditori, con Andrea Poli al posto di Honda, con Bonaventura spostato di conseguenza sulla trequarti. Il tutto per assicurare stabilità e compattezza in mediana, avere la meglio nello scontro nella zona nevralgica del terreno di gioco, fermare senza problemi le iniziative toscane e ripartire con la giusta efficacia, mettendo a nudo tutti i limiti della debole squadra allenata da Giampaolo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy