Il battesimo di Mihajlovic, contro il Perugia. Come Carlo Ancelotti…

La prima di Sinisa Mihajlovic. Non poteva avere inizio migliore il serbo. Di fronte tra poco troverà il Perugia che aveva già battezzato Ancelotti il 3 Novembre 2001, Milan-Perugia 3-0 con doppietta di Filippo Inzaghi. Corsi e ricorsi storici.

Il primo mese e mezzo di lavoro agli ordini del serbo ha già dato esiti e pareri positivi: corsa, intensità e scorci di gioco già assodati. Come sfondo il ritorno al 4-3-1-2 presidenziale, un modulo che ha fatto le fortune del Milan, proprio con mister Ancelotti in panchina. Anche sulle scelte dei giocatori in chiave mercato c’è la mano di Sinisa: la coppia difensiva che difenderà Diego Lopez stasera ovvero Ely e Romagnoli è targata Mihajlovic. Bertolacci a centrocampo è stata una chiara richiesta dell’allenatore. Mentre per Bacca e Luiz Adriano in pochi avrebbero detto di no. Soprattutto per il primo che sta facendo già innamorare la piazza rossonera.

Una cornice rimaneggiata in un San Siro spoglio darà il benvenuto all’ex Sampdoria. Le quattro Coppe Italia, vinte con Lazio e Inter, fungeranno da biglietto da visita. Al resto ci penseranno le emozioni che solo il campo potrà trasmettere. Benvenuto Mihajlovic.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy