Luiz Adriano: “Con la Fiorentina per vincere. Qua grazie a Pato, se arrivasse Ibra… Vogliamo vincere tutto. Idolo rossonero? Sheva”

Luiz Adriano vuole prendersi il Milan. L’attaccante brasiliano, intervistato da globoesporte.com, ha parlato della sua nuova esperienza: “L’aspettativa è molto grande perché rappresento un club come il Milan, con indosso questi colori. Ora vogliamo iniziare con una vittoria contro la Fiorentina. Stiamo facendo un lavoro molto buono e importante. Pato? Mi ha parlato molto del club, ha detto che mi potrò adattare molto bene e in fretta, perché il personale del club è molto affezionato ai brasiliani e questo è importante per me. Lucescu ha detto lo stesso e ha spiegato perché sarebbe un bene per un attaccante come me giocare nel campionato italiano”.

“Allo Shakhtar ho giocato come unico attaccante, ora giocheremo con due punte, io e Bacca. Questa è la grande differenza perché mi sto adattando a questo stile di gioco usando in più anche le fasce. Ibra è un grande giocatore. Credo, se dovesse arrivare, che ci aiuterà molto, la storia che ha nel mondo del calcio parla per lui. Sarebbe un grande acquisto per il Milan. Non penso di perdere il mio spazio. Lavorando bene in allenamento, ognuno avrà il proprio spazio. Trattativa col Dubai? Ero in vacanza in Brasile e ho ricevuto la notizia che ero stato venduto al club di Dubai. Sono rimasto sorpreso perché nessuno mi aveva detto niente al riguardo, ma ho parlato con il mio manager e lui ha risolto, perché non era il mio obiettivo. Poca considerata la mia volontà dallo Shakhtar? Sicuramente, loro hanno solo pensato a chiudere l’affare, hanno dato più importanza all’aspetto finanziario e non alla mia storia all’interno del club e a quello che avevo fatto per lo Shakhtar”.

“Milan? Con loro c’è stato un po’ da lottare prima della chiusura. Il problema era legato al mio valore, perchè inizialmente non avevano accettato l’offerta del Milan che aveva offerto una cifra minore perchè mi mancavano solo sei mesi al termine del mio contratto. Ma poi è andato tutto a posto. Obiettivo? Il nostro obiettivo è quello di vincere il campionato già da quest’anno, non solo pensare di entrare in Champions League. Il nostro obiettivo finale è quello di vincere tutte le competizioni a cui partecipiamo: il campionato e la Coppa Italia. Rivali? La Juventus ha una bella squadra. L’Inter anche, la Roma sta costruendo una squadra forte. Quest’anno il campionato italiano sarà di alto livello e non ha una squadra vincitrice già stabilita”.

“Esultanza? Se segnerò, voglio festeggiare con i miei compagni di squadra perché sarà una partita molto difficile. Chiamerò tutti a festeggiare insieme. Sono abbastanza timido, ma il sorriso è sempre sul mio volto. Idolo? Shevchenko, perché ha vinto molti titoli, ha vinto la Champions League. La storia che ha fatto nel Milan è molto bella”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy