Il Milan ha un Mitra nel suo arsenale: perché non usarlo più spesso?

matri milan-samp (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Aspettando il mercato Sinisa Mihaijlovic fa i conti con quanto già è presente nella rosa rossonera. Pur essendo il reparto più rinforzato con gli arrivi di Bacca e Luiz Adriano, l’attacco rossonero resta sotto la lente d’ingrandimento per quanto riguarda possibili nuovi acquisti: in particolare, il nome di Zlatan Ibrahimovic, tra smentite, accordi raggiunti e un ritorno che appare un miraggio ma la vista lo adocchia nitido, resta in cima alla lista dei pensieri di tifosi e dirigenza.

Il centravanti ” di scorta”, però, l’allenatore serbo lo ha già: è Alessandro Matri. In vendita sul mercato finché Zlatan non deciderà del suo futuro, attualmente è lui la vera alternativa a Luis Bacca. Il mercato è ballerino, e si sa, ma lui scalda i motori per ripulire la sua fedina dall’anno pessimo vissuto in maglia rossonera con mister Allegri in panchina. Le qualità del ragazzo sono note a tutti, dentro e fuori Milanello, e in questo precampionato ha mostrato buona lena pur non riuscendo ad andare in rete come una punta dovrebbe fare.

Tempo ce n’è, dunque, per capire il futuro dondolante di Matri. Certo è che non possono essere né Cerci né Menez i primi sostituti di Bacca, tanto più da quando è sopraggiunto l’infortunio del francese Niang. Questo è l’evento che ha fatto rimbalzare verso l’alto delle gerarchie rossonere molti dei giocatori considerati sacrificabili nella sessione estiva. E di questo anche Matri ne sta approfittando. Pur se difficilmente giocherà contro il Perugia, è già da oggi che potrebbe cominciare la lotta per il campo tra i ranghi del Milan.