Berlusconi a SM: “Abbiamo giocato da grande squadra. Bacca è molto serio e aspetto Balo. Ibra voleva venire da noi. Su Kondogbia…”

Dal nostro inviato Vito Angelè

Ho visto un gioco elegante, un pressing grandioso. Abbiamo giocato da grande squadra”. E’ un Silvio Berlusconi soddisfatto quello che ha commentato la vittoria per 3-2 sul Palermo nel corso della cena con lo stato maggiore rossonero al ristorante Benso di piazza Cavour, nel centro di Milano. “Mi è piaciuto il possesso palla, oggi si è visto – ha spiegato il patron rossonero -. Col possesso palla si moltiplicano le occasioni da gol. Far sparire la palla e non farla vedere ai giocatori avversari è una cosa che mi piacerebbe vedere sempre al Milan. Spero che questa squadra quando è in vantaggio, tipo a 15 minuti dalla fine, sappia tenere palle, invece mi accorgo che è molto difficile farlo, anche con le grandi squadra. Dobbiamo allenarci per questo, gli avversari non devono vedere la palla, noi dobbiamo essere dei bravi giocolieri a farla sparire. Mi piacerebbe constatarlo nel mio Milan, non sono riuscito mai a vederlo”. 

Quindi menzioni sui singoli, a cominciare da Carlos Bacca: “Non riesco a paragonarlo a nessun giocatore del Milan, ha senso del gol ed è molto serio”. Poi su Mario Balotelli: “Stasera non ha sbagliato un passaggio, voglio vedere il vero Balotelli. Spero che Dio ci dia un Balo diverso. Ha dialogato con gli altri in maniera ineccepibile. È stato attaccato e non ha reagito, mi sembra sereno e tranquillo. Lo vedo anche come trequartista, non dobbiamo dimenticare che abbiamo anche Menez fuori. Credo che Balotelli possa ricoprire tutti i ruoli dell’attacco”. Poi Davide Calabria: “Ha conquistato gli applausi, ha fatto una grande partita. È diventato subito il beniamino della platea. Ha fatto degli interventi grandiosi. Fa piacere che è un giovane del vivaio”.

Più in generale sulla squadra: “Penso che possiamo ambire ai grandi traguardi e alle posizioni di vertice. Anche Ely sta emergendo. Bertolacci è fuori. Oggi abbiamo ritrovato il nostro Montolivo che ha distribuito tanti palloni”.

Passaggio sul derby: “La partita con l’Inter è stata aperta. Poteva vincere chiunque”. E su Sinisa Mihajlovic: “Mi sta piacendo sia per come si sta comportando la squadra, sia per come ha ricompattato lo spogliatoio”. Passo indietro sul mercato: “Kondogbia a quella cifra non ci conveniva. Stimo molto molti, mi piace come giocatore. Abbiamo visto Kucka: Galliani ha fatto un grande colpo a 3 milioni. Anche se io per prendere una casa a tre milioni ci avrei pensato due mesi, Galliani solo due ore”.

Infine sulla trattativa con Mr. Bee: “La chiusura è vicina, espanderemo il nostro marchio in Asia e in Cina. Ci saranno delle entrate importante, avremo qualcosa in più di 100 milioni all’anno. La crisi della borsa cinese non ha rallentato la trattativa. Il primo obiettivo è che il Milan ritorni al vertice, il secondo è che il bilancio sia positivo. La Juventus ha costruito sulle entrate. Dei bianconeri mi piace Dybala, speravo di portarlo al Milan”.

Ulteriore passo indietro su Zlatan Ibrahimovic: “Voleva venire al Milan, ma non l’hanno mollato. Voleva andare via anche per i fischi della Francia dopo la vicenda dell’anno scorso. Operazione rinviata a gennaio? Non lo so…”.

E ancora sullo stadio: “Barbara ci è rimasta male per lo stadio, io sono innamorato di San Siro poi adesso sta diventando più bello. Dobbiamo preparare San Siro ad accogliere la finale di Champions dell’anno prossimo. Entrai a San Siro la prima volta con mio padre, ricordo che mi facevo piccolo piccolo per non pagare”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy