GENOA-MILAN/ Follia Romagnoli, si salva solo Balotelli

DIEGO LOPEZ 5.5 – Malgrado venga tradito dalla deviazione di Bonaventura, in occasione della rete del Genoa, risulta poco reattivo. Si riscatta, in parte, sul lungo andare, con qualche intervento importante.

DAVIDE CALABRIA 5 – Non riesce a incidere in fase di spinta e, dal momento che non viene protetto dai centrocampisti, in fase difensiva, trema alla follia.

CRISTIAN ZAPATA 4.5 – Mette in circolo forza fisica e velocità, ma, con la palla tra i piedi, fa disastri. Proprio a seguito di un suo scriteriato passaggio, Romagnoli viene poi espulso.

ALESSIO ROMAGNOLI 4 – Spesso in affanno, si fa espellere con un’ingenuità disarmante, dimostrando di non essere in grado di imporsi nei momenti decisivi.

MATTIA DE SCIGLIO 5 – Alterna male le due fasi, non si propone in avanti in maniera costruttiva e, quando viene puntato, concede spazi e si fa saltare con troppa facilità.

NIGEL DE JONG 5 – Recupera qualche pallone, ma spesso tende ad allargarsi, tanto da non svolgere appieno la fase di interdizione. Esce a fine primo tempo.

RODRIGO ELY s.v. – Quasi mai impegnato, non commette errori, appare attento e cerca di rendersi pericoloso in avanti.

RICCARDO MONTOLIVO 5 – Lento e compassato, fa poco filtro, vince pochi contrasti, non si impossessa delle redini della mediana e non eccelle in fase di costruzione.

Dal 75′, JURAJ KUCKA 5.5 – Entra con grinta e determinazione, effettua incursioni nell’area ligure, ma sbaglia la palla del possibile uno a uno.

ANDREA BERTOLACCI 5 – Confuso e disordinato, non ripiega quasi mai, non effettua la fase difensiva e, nonostante si inserisca spesso, nei momenti clou, fallisce più volte l’occasione del pareggio.

GIACOMO BONAVENTURA 5 – Sfortunato in apertura, si muove molto e prova a impensierire la retroguardia avversaria con giocate interessanti, ma non riesce a essere lucido e paga il caos tecnico-tattico rossonero.

Dal 79′, CARLOS BACCA s.v. – Entra con lo spirito giusto, ma ha poco tempo per segnare e fare bene.

LUIZ ADRIANO 5 – Dopo un primo tempo di assoluto anonimato, nella ripresa, inizia a muoversi e a impegnarsi nel lavoro sporco, ma non imprime la sua griffe.

MARIO BALOTELLI 6 – Mette in circolo determinazione e personalità, fa un buon lavoro sporco, tiene palla, fa salire la squadra e fa il possibile per seminare panico tra gli avversari. E’ l’unico davvero vivo, è l’unico a crederci dal primo minuto, è l’unico a salvarsi.

ALL. SINISA MIHAJLOVIC 5 – Presenta un Milan sbilanciato e disorganizzato a centrocampo, imposta male la linea mediana, concede troppi spazi tra le linee e sbaglia a proporre dal primo minuto Luiz Adriano al posto di Bacca e Bertolacci al posto di Kucka.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy