Una difesa tanto in difficoltà da non potersi permettere di escludere a priori Mexes

Dopo la sconfitta per 1-0 al Marassi contro il Genoa e l’ennesima prestazione mediocre da parte della difesa del Milan, la situazione comincia a diventare molto delicata per la squadra di Sinisa Mihajlovic. La partita giocata da Calabria, Zapata, Romagnoli e De Sciglio è stata ampiamente insufficiente, per fortuna hanno limitato i danni perché il passivo poteva essere anche peggiore. La retroguardia è parsa costantemente in difficoltà e sotto pressione: una situazione che porta a fare tanti errori e soprattutto a commettere falli. Tanti falli significano tante ammonizioni: i cartellini gialli ormai non si contano più, mentre a carico dei centrali difensivi pesano già due rossi.

Dopo l’espulsione di Rodrigo Ely nella prima giornata di campionato contro la Fiorentina, ora è il turno di Romagnoli che ha chiuso la sua trasferta al Marassi alla fine del primo tempo. L’analisi sulla prestazione della difesa contro il Genoa è semplice: Zapata ha arrancato per novanta minuti, Calabria non ha convinto come nelle scorse partite e De Sciglio non riesce ad uscire da questo brutto momento di crisi. A questo punto, in concomitanza alla squalifica di Romagnoli, diventa fondamentale rispolverare i centrali non ancora impiegati di Mihajlovic durante questa prima parte di stagione. Stiamo parlando di Alex e soprattutto di Philippe Mexes: se il brasiliano avrà poche chance per via dell’incompatibilità caratteriale con il tecnico milanista, il numero 5 rossonero ha sicuramente qualche possibilità in più.

Per il momento però, Mexes è fermo ai box per un piccolo infortunio alla caviglia sinistra e non si hanno notizie certe sui tempi di recupero. Dopo lo stop al ginocchio di inizio stagione, la panchina nel derby contro l’Inter e il nuovo forfait nelle ultime tre giornate di Serie A, i medici rossoneri potrebbero tentare il recupero in vista della delicata sfida contro il Napoli. Non è detto però riescano, ma il suo reintegro sarà molto importante per il proseguo del campionato. Lo scorso anno si comportò egregiamente partendo nella stessa identica situazione: senza i favori dell’ex Filippo Inzaghi, è riuscito a ritagliarsi il suo spazio in campo risultando poi il miglior difensore in rosa a suon di gol e ottime prestazioni. Che possa ripetersi anche quest’anno? A vedere le prime gare del Milan, noi ce lo auguriamo vivamente.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy