Monto e Abate, condizioni precarie ma presenze importanti. Per ora…

Sarà una settimana importante per il Milan, sarà la settimana che porterà al derby, partita decisiva già di suo e che potrebbe già essere un crocevia decisivo per gli uomini di Mihajlovic. Le parole dure del tecnico serbo dopo Mantova risuonano ancora a Milanello, i giocatori meno impiegati sono stati presi di mira ma è doveroso non farli sentire fuori dal progetto.

In particolare due pedine che hanno sono state attaccate, non direttamente, potrebbero tornare utilissime durante la stagione. Il primo è Riccardo Montolivo. Si è detto e scritto molto sul capitano rossonero: fisicamente non è ancora al 100%, contro il Mantova non ha fatto benissimo ma non è stato neanche il peggiore. Nel derby, vista la quasi certa assenza di Bertolacci, potrebbe trovare spazio anche perchè, che piaccia o no, l’ex viola è l’unico elemento a centrocampo in grado di poter fare il regista d’impostazione e mentalmente deve tornare a sentirsi importante. Il secondo è invece Ignazio Abate. Il terzino ha recuperato dall’infortunio estivo, lavora con il gruppo da giorni ma fino a questo momento gli è sempre stato preferito De Sciglio che sta recitando il copione della scorsa stagione, non sta convincendo e alla lunga potrebbe ‘pagare’ queste prestazioni, proprio a discapito dell’ex Torino che comunque nel derby quasi sicuramente giocherà, visto l’infortunio di Antonelli.

Montolivo e Abate più di tutti gli altri presi di mira dal serbo devono reagire, hanno le capacità per mettere in difficoltà Mihajlovic nelle scelte, ma serve una svolta anche da parte loro, devono fare e dare molto di più, e soprattutto devono aumentare in maniera veloce la loro condizione fisica. Ancora una settimana di lavoro per farlo, ancora una settimana di preparazione per tornare protagonisti nella sfida più sentita.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy