SM RELIVE/ Mihajlovic: “Bonaventura trequartista. De Jong mi è piaciuto. Balo deve migliorare. E su Conte…”

Alla ricerca della terza vittoria consecutiva. Sinisa Mihajlovic torna a parlare oggi in vista dell’impegno di domani contro il Genoa. L’allenatore rossonero, proprio contro il grifone, ritrova tre ex, ovvero Antonelli, Kucka e Bertolacci. L’ultimo potrebbe già trovare una maglia da titolare in mediana con De Jong e Montolivo.

Le parole di Mihajlovic a Milan Channel: “Balotelli può fare bene. Ad Udine è stato molto bravo nell’interpretare la gara ma deve migliorare, ha giocato troppo sulle corsie esterne. Il Genoa in casa è un avversario temibile. Domani recuperiamo Antonelli, Kucka e Bertolacci. Penso che sia troppo presto per trarre un bilancio anche in funzione di quello che stanno facendo le altre squadre di vertice, di cui molte in difficoltà Vedremo alla fine“.

LA CONFERENZA IN PILLOLE

Sulla rivalità con il Genoa: “Per me non è un derby. Aver allenato la Sampdoria non vuol dire niente. Ma spero di vincere e di far passare un buon pranzo sia ai tifosi del Milan, sia a quelli della Samp“.

Su Conte: “Cosa consiglio al ct della Nazionale? Non ha bisogno di consigli. Se potessi dare dei consigli lo farei con mio fratello“.

Sul nervosismo di Udine:Noi cerchiamo sempre di giocare. Non pensiamo alle risse e non dobbiamo cadere nei tranelli degli avversari“.

Sul ruolo di Bonaventura: “Lo vedo bene in tutte le posizioni del centrocampo. Se gioca come nel precampionato con me non vedrebbe più il campo. Ad Empoli è entrato dalla panchina e ha fatto bene, cambiando la partita. Forse la panchina a volte serve. Domani potrebbe fare il trequartista”

Su Balotelli: “Sono contento perché se dimostra di poter continuare così rispetterà la parola datami tempo fa. Io sono il primo che ci ho messo la faccia. E’ un bene anche per lui. E’ cresciuto come uomo e come giocatore ma i conti si fanno a fine campionato. Non bisogna elogiarlo molto, si deve comportare come un professionista. E’ cresciuto e maturato. Non si deve mai sentire appagato. Deve dare sempre il massimo. Altrimenti se la vedrà con me“.

Sulla possibilità che il Milan lotti per lo scudetto: “Una squadra come il Milan non può essere considerata un outsider. Il nostro obiettivo è quello di arrivare in Champions League”.

Sui gol subiti:Abbiamo da lavorare. Purtroppo non abbiamo avuto molto tempo per analizzare il secondo tempo di Udine“.

Sui recuperi:Antonelli, Kucka e Bertolacci sono recuperati. Non so se scenderanno tutti in campo“.

Sulla difficoltà delle squadre di vertice:Penso che sia ancora presto per esprimere dei giudizi. Le grandi squadre verranno fuori con il tempo, come sempre“.

Sugli attaccanti: “Abbiamo tre profili diversi. Bacca gioca più la palla, mentre Luiz Adriano attacca più la profondità. A Balotelli chiedo di accentrarsi un po’ di più in modo da essere più pericoloso. Gioca troppo sugli esterni“.

Su De Jong: “Con l’Udinese ha fatto una buona partita. Mi è piaciuto come ha interpretato il ruolo di mezz’ala“.

Su Mancini: “Siamo amici da sempre. E’ chiaro che in campo siamo rivali“.

Sull’impegno di domani:E’ importante vincere. Raggiungeremo quota tre vittorie consecutive con 9 punti in una settimana. Sarebbe un buon biglietto da visita in vista del Napoli“.

Sul presidente Berlusconi: “Pensiamo a giocare un’ottima partita e a portarla a casa. Ben venga il regalo al presidente Berlusconi“.

 

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy