SM RELIVE/ Mihajlovic: "La strada è quella giusta, non dobbiamo fermarci. Turnover? Siamo pochi per farlo. Calabria me lo aspettavo così. Su Balotelli e l'Inter..."

SM RELIVE/ Mihajlovic: “La strada è quella giusta, non dobbiamo fermarci. Turnover? Siamo pochi per farlo. Calabria me lo aspettavo così. Su Balotelli e l’Inter…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Dal nostro inviato a Milanello, Vito Angelè

Prima la buona prestazione del derby, poi i tre punti contro il Palermo. Adesso, però, il Milan ha bisogno di conferme e la trasferta di Udine rappresenta il primo crocevia in casa rossonera. Mihajlovic in conferenza stampa, evento da seguire tutto su SpazioMilan.

RILEGGI LA CONFERENZA DI MIHAJLOVIC

Sull’Inter: “L’unica cosa che invidio a Mancini è il taglio di capelli, non il colore, il taglio. Quello che dobbiamo fare noi è non farli scappare troppo avanti. Io sono sempre dell’opinione che se una squadra arriva al risultato attraverso il gioco alla lunga paga. Poi certo, hanno vinto 4 partite su 4. E’ anche vero che il loro calendario è stato favorevole. I cavalli vincenti non si vedono alla partenza, ma all’arrivo e noi siamo cavalli vincenti”.

Sul gioco: “Penso che abbiamo fatto dei miglioramenti. Sembriano un’altra squadra rispetto alla partita con l’Empoli. E’ tutto merito dei ragazzi, ci siamo parlati, ma poi sta a loro tirar fuori il bambino che c’è dentro di loro. Non sono contro la giocata, ma non deve essere fine a sè stessa. So che i sudamericani ce l’hanno nel sangue, ma lo stesso Bacca nella rabona che ha fatto sabato non deve perdere la concretezza. Mi ricordo la rabona di Aquilani per il gol di Totti contro il Milan. Se è efficace non c’è problema”.

Sul centrocampo: “Come detto in questo momento siamo contati con le scelte rispetto all’ultima partita perchè abbiamo fuori Abate e Kucka, che si sommano ai vari Antonelli, Mexes, Niang e Menez. I ragazzi per come si stanno allenando meritano tutti di giocare. Non cerchiamo scuse, non è sempre possibile avere una rosa completa. Bisogna essere ottimisti, perchè in ogni difficoltà io vedo un’opportunità. Il pessimista il contrario”.

Su Ely: “Penso che i due difensori centrali delle ultime due partite hanno fatto bene. Il che non esclude Ely, che in pre-campionato è stato uno dei migliori. E’ stato sfortunato a Firenze. Non guardo il giocatore giovane o vecchio, ma se è forte. Mi piace far giocare i giovani, Calabria mi dava fiducia e l’ho inserito subito appena si è fatto male Abate, senza spostare Zapata terzino come avrei potuto”.

Su Bonaventura: “E’ il giocatore che mi aspettavo, Bonaventura non era quello delle prime due partite, non vedo perchè non lo dovrei confermare. Sta giocando bene, perciò domani giocherà. Non mi ha stupito,ma confermato quello che io penso di lui”.

Sui recuperi: “Bertolacci penso ci sarà, così Kucka. Ha la caviglia gonfia, non mi piace rischiare, ma dovrebbe esserci contro il Genoa”.

Su Calabria: “Dopo 10-15 giorni non era già più una sorpresa per me. Quando sono arrivato non lo conoscevo quindi lì sì che è stata una sorpresa. Ha fatto sempre bene, anche nel pre-campionato. E’ un ragazzo giovane di grande qualità con la testa sulle spalle”.

Su Balotelli: “Io ho conosciuto Balotelli quando aveva 17 anni e lo ritrovo a 25 anni, non so come si sia comportato nel frattempo. E per adesso si sta comportando in modo esemplare. Io cerco sempre di spronarlo per farlo allenare al meglio”.

Sul turnover di domani: “Mi piacerebbe anche farlo, però purtroppo in questo momento siamo un po’ corti. Perciò cambierò qualcosa ma cercherò di mantenere la maggior parte dei titolari possibili. Balo titolare? Può essere, ancora non ho deciso. Vediamo domani mattina come stanno i ragazzi e chi si sente di poter giocare”.

Sulla sfida col Palermo: “Abbiamo fatto bene, ma quella deve essere la strada da percorrere sempre anche nelle prossime partite”.

Queste, intanto, le parole di Mihajlovic a Milan Channel: ”Siamo un po’ in emergenza per gli infortuni, anche quello di Kucka ma io sono positivo essendo un ottimista. Vedremo domani chi scenderà in campo da titolare. I ragazzi contro il Palermo hanno dimostrato delle cose in campo che mi hanno lasciato soddisfatto e mi hanno fatto capire i difetti dove migliorare. A Udine dovremo fare il nostro gioco. Rispetto molto l’Udinese e Colantuono, una squadra che non può al momento giocare con serenità e tranquillità. Se giocheremo da Milan, ripetendo le ultime prestazioni, li metteremo in difficoltà. E’ giusto essere una squadra offensiva ma dobbiamo anche difenderci bene. Non so la formazione, domani mi toglierò questi dubbi. Loro hanno giocatori di qualità in tutti i reparti e non sarà facile. Calabria è un ragazzo giovane di grande qualità e con la testa sulle spalle. Ho fiducia nei ragazzi, non guardo l’età e lui è forte e mi ha dato certezze. Honda ci dà equilibrio, dovrebbe migliorare in fase offensiva ma i colpi ce li ha e sono sicuro che li farà vedere. Dopo la partita ho fatto i complimenti a Kucka, ha giocato tutta la partita stringendo i denti, speriamo di recuperarlo per domenica prossima“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy