Urgono spiegazioni: perché Bacca non ha giocato a Genova?

I tifosi impazziscono già per lui e vedere Carlos Bacca seduto in panchina a godersi da bordo campo la sfida di Marassi col Genoa ha suscitato qualche perplessità in tutto il popolo rossonero. La sfida era di quelle da vincere e al di là dell’episodio negativo occorso a Romagnoli tutti recriminano ancora una volta contro le decisioni tecnico-tattiche di mister Sinisa Mihajlovic, reo a Genova di aver lasciato in panchina l’attaccante colombiano.

A discolpa del tecnico serbo può starci il fatto che Bacca fosse già stato impiegato in due delle tre gare previste nell’intensa settimana di Serie A, e in quella di martedì sera è apparso stanco e spesso avulso dall’azione offensiva fino al punto di essere sostituito. Così per via del turnover spazio alla coppia Balotelli-Luiz Adriano, che, però, hanno fatto due gare separate a Genvoa, dialogando davvero troppo poco: il primo ha tenuto molto il pallone e nonostante il risultato è stato uno dei migliori in campo, il secondo utile per la squadra ma poche volte in condizione di essere efficacie. Così, uno come Bacca sarebbe potuto servire sul campo qualche minuto prima dell’80’.

Infatti il più grande errore da attribuire a Mihajlovic è proprio l’ingresso ritardato di quello che al momento è l’attaccante più forte che ha a disposizione. Passi il turnover, anche se il Milan ha solo il campionato e tempo per recuperare anche in presenza del turno infrasettimanale ci sarebbe, ma non può passare che in una situazione di difficoltà il mister non si affidi al suo giocatore di maggior talento. Carlos Bacca avrebbe dovuto giocare dall’inizio? Le scelte spettano a Mihajlovic. Carlos Bacca sarebbe dovuto entrare prima? Decisamente sì.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy