Cerci: "I fischi della Maratona sono una pugnalata alle spalle. Torino, non era profondo amore..."

Cerci: “I fischi della Maratona sono una pugnalata alle spalle. Torino, non era profondo amore…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

I fischi della Maratona sono la pugnalata alle spalle che mai mi sarei aspettato. Martin Luther King diceva che non ci può essere profonda delusione dove non c’è un amore profondo. Allora provo a consolarmi così, lavoro e vado avanti anche stavolta. Buona Domenica a tutti, Alessio“. Questo lo sfogo di Cerci sul proprio profilo ufficiale di Facebook, all’indomani della pesante accoglienza riservatagli dallo stadio Olimpico nel corso di Torino-Milan. L’ex granata, preso di mira con fischi assordanti a più riprese, non ci sta e se la prende con il suo passato.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy