CHIAVE TATTICA/ Gli esterni offensivi salgono in cattedra, ma mediana e terzini...

CHIAVE TATTICA/ Gli esterni offensivi salgono in cattedra, ma mediana e terzini…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

E’ un successo che non convince, quello ottenuto dal Milan oggi pomeriggio, contro un Sassuolo in inferiorità numerica per ampi tratti di gara. In campo con un 4-3-3 non del tutto efficace, che viene poi corretto con un 4-4-2 standard, i rossoneri spingono abbastanza bene sulle fasce, grazie a una buona prova di Cerci e Bonaventura (che non vengono però assistiti dai terzini), che si esprimono su livelli nel complesso convincenti, saltano l’uomo con regolarità, ripiegano, si muovono molto e creano con continuità occasioni pericolose.

Tuttavia, a centrocampo, l’interdizione non è delle migliori: la mancanza di un leader del calibro di De Jong si sente e, dal momento che Montolivo è autore di una prestazione non soddisfacente, gli interni, che a volte sono un po’ troppo alti, non sempre riescono a impedire al Sassuolo di rendersi pericoloso tra le linee. In ogni caso, essendo in inferiorità numerica, gli emiliani non possono esprimersi al meglio, non riescono a sfondare, non sfruttano a dovere i problemi dei terzini rossoneri, che faticano in entrambe le fasi, e, nonostante una gara nel complesso dignitosa, finiscono per concedere spazi e soccombere.

Ciò nonostante, per il Milan, la strada per la risalita della classifica è ancora lunga e tortuosa. La fase difensiva lascia ancora a desiderare, tanto che l’impostazione del centrocampo va migliorata (con l’inserimento di De Jong) e che i difensori laterali non offrono garanzie in nessuna tra le due fasi, mentre il gioco d’attacco migliora ma non è del tutto efficace. In ogni caso, contro il Chievo, il Milan potrebbe provare a ripartire dal 4-4-2 visto nella fase finale della gara di oggi. Il tutto nella speranza che il filtro in mediana migliori, con il costante ripiegamento dei due esterni di centrocampo, e che uno schema con due punte statiche possa assicurare stabilità a lungo termine.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy