Boateng torna in rossonero, ma per il momento solo per allenarsi: il contratto dovrà guadagnarselo

Attraverso un comunicato ufficiale emesso ieri il Milan ha reso noto che l’ex rossonero Kevin Prince Boateng si allenerà a Milanello fino al 31 dicembre prossimo. Il centrocampista dello Schalke 04, in rotta con il club tedesco da maggio scorso, dopo essere stato messo fuori rosa, a giugno è stato sospeso a tempo indeterminato. Da qui la ricerca di una squadra nel mercato estivo, senza però trovare nessuna proposta allettante, e l’idea di allenarsi con il Milan fino all’apertura della sessione invernale di trasferimenti. Boa ha chiesto e Galliani, sempre generoso con gli “ex”, ha concesso. Così il ghanese torna a Milanello.

La sua prima esperienza con il diavolo, arrivato in collaborazione con il Genoa di Preziosi, dal 2010 al 2013, era stata ricca di soddisfazioni. Centrocampista, trequartista, attaccante esterno: Boateng nel Milan di Allegri era un tuttofare che garantiva il giusto mix tra sostanza e qualità. Aveva salutato i rossoneri con uno scudetto ed una Supercoppa Italiana in bacheca, 100 presenze e 17 gol, ma soprattutto, con un assegno di 15 milioni di euro dallo Schalke che lasciava spazio a pochi rimpianti.

Ora farà il viaggio inverso, ma difficilmente questo rientro sarà il preludio ad un nuovo contratto con il  Milan. Secondo La Gazzetta dello Sport, infatti, Galliani e Mihajlovic non avrebbero intenzione di aumentare il, già numeroso, parco di giocatori offensivi agli ordini del serbo.

Starà a Kevin Prince, dunque, convincere il tecnico rossonero ad intercedere per lui presso la dirigenza. Intanto, da oggi, sarà a disposizione dello staff tecnico di Mihajlovic e si allenerà con i giocatori rossoneri. Con il contratto con lo Schalke che scadrà nell’estate 2016 il ghanese si gioca la sua grande opportunità, vedremo se saprà coglierla.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy