A Torino sarà 4-4-2: certezza Jack, dubbio Kucka-Cerci. Fuori Balo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La conferma del nuovo modulo è arrivata anche da Berlusconi, non espressamente ma chiaramente quando ha parlato di “immediato cambiamento”. Mihajliovic si è deciso, a questo punto spinto pure dalle pressioni dall’alto, ad abbandonare il 4-3-1-2, almeno per il momento, ed aprire la strada al 4-4-2.

Probabile che già con il Torino, dopo la ripresa di Monza, il Milan possa giocare seguendo questo schieramento, eliminando così il ruolo del trequartista visti i continui problemi. Niente più rombo, spazio al centrocampo a 4 e ad un sistema d’azione ad oggi migliore (sulla carta) per rilanciarsi. Lo assicura La Gazzetta dello Sport. Si vedrà dunque una squadra più compatta e un lavoro maggiore sulle corsie esterne: da una parte sicuramente Bonaventura, arretrato rispetto al solito ma a suo agio (la posizione l’ha ricoperta per anni e bene all’Atalanta); dall’altra possibile ballottaggio fra Kucka e Cerci, in ascesa grazie alla discreta prestazione del Brianteo.

Ma in attacco? Per adesso non sembra esserci posto per Balotelli, ancora in dubbio per la trasferta dell’Olimpico per il fastidio all’inguine (ovvero principio di pubalgia). Un’esclusione dipesa più da fattori muscolari che da scelte tecniche. SuperMario si sta allenando in palestra, senza forzare a livello fisico: incerta la data del rientro.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook