Il Milan perde contro la Juve, la Primavera centra la terza vittoria consecutiva

BORSINO-1024x561
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Una Juventus ben disposta in campo da Massimiliano Allegri vince contro un mediocre Milan che non riesce a sfatare il tabù Juventus Stadium. A decidere il match è stata la rete di Dybala al 65°, 1-0 il risultato finale. I rossoneri, troppo svogliati e senza idee, interrompono la striscia di cinque risultati utili consecutivi nel peggior modo possibile. I bianconeri superano così il Diavolo di un punto in classifica portandosi a quota 21. Prestazioni più che sufficienti di Bonaventura e Romagnoli, sicuramente i migliori in campo tra le fila milaniste. Gara convincente anche di Donnarumma tra i pali, mentre il peggiore in campo è stato Cerci. In generale sarebbe da rivedere tutta la formazione schierata in campo da Sinisa Mihajlovic, al momento il terzo posto sembra sempre più lontano. IN RIBASSO

Se la Prima Squadra non regala tante soddisfazioni, la Primavera riesce sempre a far divertire i propri tifosi. La squadra di Cristian Brocchi ha vinto per 2-1 al Vismara contro l’Hellas Verona, agganciandolo così in classifica al quarto posto. I rossoneri hanno giocato una buona gara ma meno grintosa del solito, senza giocare un calcio spettacolare. Hanno sofferto molto la qualità degli avversari che sono riusciti anche a colpire un palo e realizzare due reti non convalidate dall’arbitro. Il Diavolo ha sbloccato la gara con Gamarra al 7° e ha raddoppiato ad inizio ripresa con Crociata, vana la rete di Tupta al 60°. Un successo importante, il terzo di fila compresa la TIM Cup di mercoledì scorso. Segnali positivi in costante aumento. IN RIALZO

In settimana Barbara Berlusconi è stata ricevuta da Papa Francesco. L’udienza privata, tenutasi presso la residenza del Papa in Vaticano, è stata organizzata da Scholas Occurrentes. L’associazione internazionale, nata su iniziativa del Santo Padre, ha l’obiettivo di promuovere l’integrazione e favorire la pace tra i popoli tramite la piantumazione di un ulivo, simbolo internazionale di pace, prima di eventi importanti come possono essere alcuni incontri di calcio. All’incontro hanno partecipato anche i presidenti di Boca Juniors, River Plate, Atletico Madrid, San Lorenzo de Almagro e Huracán. Papa Francesco, promotore dell’iniziativa Scholas Occurrentes, nel 2013 lanciò i Derby per la Pace inaugurati con l’amichevole tra Italia e Argentina. L’Amministratore delegato del Milan si è presa l’impegno di realizzare la cerimonia dell’ulivo allo Stadio di San Siro in occasione del derby Milan-Inter di gennaio. Al termine dell’incontro, Barbara Berlusconi ha donato a Papa Francesco una maglia del Milan autografata dalla squadra a testimonianza dell’impegno sottoscritto. IN  RIALZO