Bertolacci in ripresa, il Milan lo aspetta. Ma occhio alla posizione

Il Milan che balbetta in questa prima parte di stagione ha avuto molti problemi, tra cui quelli riguardanti il non aver avuto mai l’intera rosa a disposizione. Menez e Balotelli, infatti, non si sono mai visti (o quasi), Niang è rientrato a novembre dopo l’infortunio di fine luglio, mentre a centrocampo Mihajlovic da diverse partite deve fare a meno di De Jong e Andrea Bertolacci. Il centrocampista ex Genoa, arrivato in estate dalla Roma per la cifra tanto discussa e criticata di 20 milioni di euro, si è infortunato nella gara dell’1 novembre contro la Lazio, partita nella quale ha accusato una noia muscolare che lo tiene tuttora lontano dal terreno di gioco. Un infortunio che si somma ad un altro, sempre muscolare, avuto ad inizio stagione.

Il 24enne romano è sulla via del recupero, ma ancora non è certa la sua convocazione per la gara casalinga di domenica pomeriggio contro il Verona. Di certo, se sarà convocato, si potrà prevedere un suo rientro per uno spezzone di partita, ma non di più. Bertolacci ha voglia di mettersi in mostra e di dimostrare di valere i soldi spesi dal Milan in estate, ma soprattutto di riprendere il discorso intrapreso nelle ultime gare giocate. Contro la Lazio, infatti,a veva trovato il primo gol ufficiale con la maglia rossonera, ma in generale stava fornendo una prova finalmente convincente che si andava a sommare al buon secondo tempo contro il Sassuolo e al discreto match disputato contro il Chievo.

LEGGI ANCHE:  Il giocatore vuole solo il Milan: potrebbe essere il post Ibra!

Il Milan d’altronde ha bisogno della freschezza atletica e della qualità di Bertolacci e, a parte nella gara contro la Sampdoria, si è vista la povertà di spunti interessanti in mediana. L’ex centrocampista di Lecce e Genoa, però, si ritroverà in una squadra che dal 4-3-3, modulo che lo vedeva titolare fisso come mezzala, è passata al 4-4-2, modulo che prevede due esterni alti e solo due centrocampisti centrali. Sarà il modulo adatto per Bertolacci? Di sicuro c’è che lo spazio diminuisce e farlo giocare da esterno sarebbe una forzatura un po’ avventata. Detto che uno dei due posti nel cuore della squadra è di Capitan Montolivo, c’è da giocarsi l’altro e, al momento, lì c’è il buon Kucka che sta interpretando bene il ruolo. Il Milan ha bisogno di Bertolacci, ma il posto da titolare non è assicurato.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy