Fuori Cerci, dentro Luiz Adriano. Milan più offensivo contro il Verona

Si prevede un’importante novità nella formazione rossonera nel match domenicale delle 15.00 tra Milan e Verona. Quasi sicuramente rifiaterà Cerci per dare spazio dal primo minuto a Luiz Adriano. Rivediamo così in campo la coppia d’attacco dei neo-acquisti Bacca e Luiz Adriano, i quali avevano dimostrato un discreto affiatamento e una buona complicità di movimenti e di divisione degli spazi nel reparto avanzato durante  le prime partite della stagione.

A spostarsi sulla corsia di destra sarà Mbaye Niang, l’uomo attualmente più in forma nella squadra di mister Mihajlovic. Certamente Cerci e Niang hanno caratteristiche diverse, il primo nasce esterno ed ha il dribbling nel DNA mentre il secondo è più incisivo essendo una punta, per cui con Cerci in campo possiamo parlare di un 4-4-2 classico, mentre con Niang il modulo si avvicina più al 4-2-4, con Bonaventura nella parte opposta a fare anche da collante tra centrocampo e attacco.

Questa scelta di Sinisa Mihajlovic potrebbe apparire coraggiosa (tenendo conto che le squadre allenate da Del Neri sviluppano il proprio gioco sulle fasce), tuttavia il Milan ha dimostrato, specialmente nelle partite casalinghe, di saper mantenere un baricentro alto e di avere un repentino recupero della palla con un pressing efficace. Ecco che la presenza in campo contemporanea di Bacca, Luiz Adriano e Niang consente di avere un attaccante in più nell’immediato sviluppo dell’azione (dopo il recupero della palla). I problemi potrebbero sorgere in fase difensiva ma si compensano con l’intelligenza tattica di Luiz Adriano (sempre bravo a rientrare e a fornire aiuto in copertura) e con la brillantezza atletica attuale di Niang, che consente al giovane francese di rientrare in copertura e poi ripartire con una certa scioltezza.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy