Mercato immobile, ma non è colpa di Luiz Adriano

VILLA BANNER 2014
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Fabrizio Villa collabora con SpazioMilan.it da settembre 2011, dopo esser stato realizzatore nel 2010 per Sky Sport. E’ opinionista a “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel palinsesto pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

L’andamento sinusoidale della squadra in questi mesi, non ha certo ingolosito la dirigenza a fare altri investimenti. A seguito dei milioni spesi in estate, dopo anni di parametri zero, era lecito attendersi un miglioramento per gradi, e seppur a fatica, qualcosa inizia ad intravedersi. Ma é l’Europa League l’obiettivo realistico da centrare, attraverso il campionato o attraverso la Coppa Italia.

Gennaio era solo l’occasione per continuare il lavoro iniziato timidamente a luglio, ovvero sfoltire la rosa, partendo dagli elementi più costosi e meno coinvolti nel progetto. Diego Lopez e De Jong su tutti, non per demeriti sportivi o per mancanza di professionalità. Solo perché una società che deve rinnovare, non può permettersi di tenere in panchina o addirittura in tribuna stipendi come i loro.

Anche un centrale tra Zapata e Mexes, entrambi in scadenza, ragionevolmente dovrebbe partire in questa finestra. Assieme a Nocerino, altro profilo la cui cessione é assolutamente logica. Perfino José Mauri se il suo destino é osservare ogni gara seduto accanto allo staff tecnico. Per non parlare di El Shaarawy, la cui sistemazione é un giallo lontano dalla soluzione.

E invece? Sono tutti ancora a Milanello e probabilmente nemmeno con le valige pronte. Col risultato che ci si ritrova costretti a vendere un elemento valido, come Luiz Adriano, al miglior offerente, altrimenti non ci sono liquidi per fare alcun che. E ora che il brasiliano non ha trovato l’accordo col club cinese (sfiga!), la totale mancanza di strategie é nuovamente a nudo. Forse i tifosi ormai non hanno nemmeno più aspettative. Forse l’incompetenza mostrata, merita che non arrivi nessuna manna dal cielo. Però é triste ammettere e aver conferma mercato dopo mercato, domenica dopo domenica, che l’A.C. Milan non c’è più.

Twitter: @fabryvilla84