SALA STAMPA/ Mihajlovic: “E’ una sconfitta che brucia. Cerci? Volevo mettere in difficoltà Masina”

mihajlovic milan-atalanta (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Queste le dichiarazioni in conferenza stampa di Sinisa Mihajlovic al termine di Milan-Bologna: “Quando sbagli così tanti gol, soprattutto quelli a tu per tu con il portiere, alla fine perdi la partita. E’ una sconfitta che brucia, spiace per la società, i tifosi e la squadra. Creiamo tanto, ma non riusciamo a buttarla dentro. Erano tre partite fondamentali queste e adesso la situazione sicuramente non è felice. Dovevamo vincere contro il Bologna per poi provare il colpo a Roma, ma ora dobbiamo solo restare sereni e continuare a lavorare. Dobbiamo andare a Roma convinti dei nostri mezzi. Lei si confermerebbe? Questa domanda va fatta al presidente, io sono sereno. Cerci? Era l’unica alternativa da quella parte, con Masina ammonito poteva essere una buona soluzione. Ha avuto quella occasione e l’ha sprecata. E’ un periodo nel quale gira tutto male, dobbiamo rimanere sereni. Nel finale abbiamo rischiato troppo perché volevamo vincere, il gol era nell’aria e alla fine lo hanno trovato loro. Queste partite vanno chiuse prime e quando sbagli così tanto alla fine termina come è finita. Ci sono tante cose da migliorare, abbiamo avuto tante occasioni, bisogna sicuramente migliorare in fase realizzativa. San Siro? L’ambiente quanto le cose non vanno bene diventa difficile da tutte le parti. I ragazzi hanno provato a vincere ma siamo stati imprecisi. La pressione qua è normale, in grandi squadre come il Milan è la norma. Dobbiamo abitarci e tornare a vincere. Luiz Adriano? Bacca è il nostro capocannoniere e Niang con le sue caratteristiche poteva far male al Bologna. Luiz lo metto quando le cose vanno male e quando perdi ogni scelta diventa sbagliata. In settimana li vedo tutti e oggi ho deciso così, Luiz Adriano era in panchina per scelta tecnica. Approccio alle partite sbagliato o calo fisico? No, siamo una squadra che sta bene fisicamente. Cercheremo di analizzare i nostri problemi e proveremo a trovare una soluzione. Classifica? Quando torneranno i giocatori dagli infortuni il livello della rosa si alzerà e anche la classifica migliorerà. Aspettiamo Balotelli e Menez, c’è tempo per vederli in campo”.