La nuova cordata cinese offre la metà di Bee. E Barbara sorride...

La nuova cordata cinese offre la metà di Bee. E Barbara sorride…


Questo il punto sulla cessione del Milan presente sul blog di Carlo Festa de Il Sole 24 Ore.

1) La trattativa con Mr Bee non è morta, ma – utilizzando un termine medico – è in coma profondo. Insomma, appesa a un filo. Nessun problema di governance, ma più semplicemente di “soldoni”. I 480 milioni promessi non ci sono ancora: come ho già ripetuto, ci fossero stati tutti sull’unghia, la Fininvest sarebbe andata a prendere in carrozza Mr Bee in Cina. Due settimane fa, come anticipato dal Sole 24 Ore, dopo gli incontri in Cina e a Milano Bee stesso ha inviato la nuova offerta con la documentazione delle garanzie finanziarie che al momento tuttavia non è che convincono tanto. Ecco allora perché se è vero che la trattativa non è morta, è anche vero che non è che se la passa molto bene: insomma, coma profondo.

2) Ma chi sarebbe questa nuova cordata? l’unico nome di gruppi cinesi finora emerso con contatti concreti negli ultimi mesi con il Milan è quello del colosso dell’ecommerce Alibaba, ma come già anticipato dal Sole 24 Ore Alibaba era interessato inizialmente a un accordo commerciale. Non è dato sapere se le trattative con Alibaba siano poi passate a prendere in considerazione una quota azionaria del Milan, ma avrebbe senso visto che il colosso cinese (tramite la divisione Alibaba Sports) ha già comprato squadre di calcio.

3) Le altre trattative sarebbero su un enterprise value del Milan assai inferiore. Insomma, scordatevi il miliardo di valutazione di Mr. Bee. Si parlerebbe di circa la metà, esclusi i debiti.

4) Repubblica parla di pressing di Marina Berlusconi sul padre per spingerlo a vendere. In realtà non è proprio così. E’ stranoto che Marina Berlusconi considera il Milan una fonte di perdite, ma da sempre, non da oggi. Ma il Milan resta proprietà di Silvio Berlusconi e nulla verrà fatto senza il suo via libera. Insomma, qualsiasi decisione è sua.

Piuttosto sarebbe vera un’altra cosa: la quasi-fine della trattativa con Mr. Bee non avrebbe al contrario trovato particolarmente dispiaciuta Barbara Berlusconi, la figlia dell’ex-premier. Barbara che è Ad del club rossonero con deleghe commerciali non avrebbe infatti preso con particolare gioia il fatto di essere stata totalmente estraniata dalle informazioni sulla trattativa con Mr. Bee, essendo target del possibile accordo con il broker thailandese in quanto amministratore delegato del Milan. Insomma Barbara Berlusconi, che è anche azionista del Milan come socio di Fininvest, non avrebbe preso bene l’assoluta mancanza di informazioni nei suoi confronti, malgrado giustificata per evitare possibili conflitti d’interesse. Mai presente alle discussioni (dove al contrario era una presenza fissa la fedelissima dell’ex-premier Licia Ronzulli) Barbara Berlusconi sarebbe al momento tra le meno dispiaciute dell’accordo ormai quasi sfumato con Mr Bee.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl