Esordio di Pessina nel Catania e di Verdi nel Carpi, la Spal di Zigoni sola in testa in Lega Pro

Esordio di Pessina nel Catania e di Verdi nel Carpi, la Spal di Zigoni sola in testa in Lega Pro

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Uno spreco colossale quello del Milan che, vincendo contro l’Udinese a San Siro poteva avvicinarsi ad Inter e Fiorentina, stoppate rispettivamente da Hellas Verona e Bologna. I rossoneri invece si fanno fermare sull’1-1 dall’Udinese a San Siro. La formazione di Colantuono che termina il primo tempo addirittura in vantaggio grazie al gol dell’ex Armero al 17°. Ad inizio ripresa però Niang mette subito le cose in pari e dà il via ad un secondo tempo giocato solo nella metà campo friulano, il cui fortino però non crolla. La squadra di Sinisa Mihajlovic sale così a quota 40 punti, mantenendo il sesto posto in classifica. Se a Milano finalmente si sorride, come si saranno comportati i diavoli fuori sede?

Suso (Genoa) e Matri, Alessandro (Lazio) – Il primo “derby rossonero” di giornata tra il Genoa di Suso e la Lazio di Matri è terminato per 0-0. Suso, allo stadio Luigi Ferraris di Genoa, non ha certamente brillato, è stato ammonito al 42° ed è stato poi sostituito al 79° da Lazovic. Matri non era tra i convocati di Stefano Pioli perché squalificato dopo l’espulsione rimediata la scorsa settimana contro l’Udinese. I turni di stop sono terminati e ritornerà regolarmente disponibile sin dalla prossima giornata.

Gabriel (Napoli) e Verdi, Simone (Carpi) – Il secondo “derby rossonero” di giornata tra il Napoli di Gabriel e il Carpi di Verdi è terminato per 1-0 a favore dei partenopei, decide il match il gol su rigore di Higuain al 69°. Gabriel, allo stadio San Paolo di Napoli, è rimasto in panchina per tutto il match. Verdi è subentrato a Mancosu al 79°, ha giocato troppo poco per essere valutato.

Paletta, Gabriel (Atalanta) – L’Atalanta di Paletta ha pareggiato in casa per 0-0 contro l’Empoli. L’ex difensore rossonero non era tra i convocati di Marco Giampaolo perché ancora infortunato.

Mastour, Hachim (Malaga) – Il Malaga di Mastour ha vinto in casa per 3-0 contro il Getafe, decidono il match le reti di Juanpi al nono minuto di gioco, di Atsu al 23° e di Charles al 43°. L’ex fantasista del Milan non era tra i convocati di Javi Gracia.

In Serie B:

Comi, Gianmario e Vergara, Jherson (Livorno) – Il Livorno della coppia Comi-Vergara ha vinto in casa per 1-0, decide il match la rete di Biagianti al 75°. Buona la prestazione di Vergara al centro della difesa toscana, mentre Comi è rimasto in panchina per tutto l’incontro.

Beretta, Giacomo (Pro Vercelli) – La Pro Vercelli di Beretta ha vinto in casa per 2-1 contro il Brescia. Passano in vantaggio gli ospiti con Mazzitelli al terzo minuto di gioco, pareggiano i padroni di casa con Bani solo tre minuti più tardi. Decide l’incontro la rete di Mustacchio al 64°. L’ex esterno del Milan è subentrato a Malonga al 75°, buona la sua partita.

Modic, Andrej (Vicenza) – Il Vicenza di Modic ha perso in casa per 2-0 contro il Lanciano, decidono la gara i gol di Di Francesco al 51° e di Ferrari al 63°. L’ex centrocampista della Primavera del Milan è rimasto in panchina per tutta la gara.

Agazzi, Michael (Middlesbrough) – Il Middlesbrough di Agazzi ha pareggiato in casa per 1-1 contro il Blackburn. Passano in vantaggio gli ospiti con Gomez al 72°, pareggiano i padroni di casa con Nugent solo sette minuto più tardi. L’ex portiere del Milan non era tra i convocati di Aitor Karanka.

In Lega Pro:

Di Molfetta, Davide (Rimini) – Il Rimini di Di Molfetta ha perso in trasferta per 3-0 contro la Maceratese, decidono il match le reti di Colombi al 23°, di Buonaiuto al 28° e di Kouko al 38°. Opaca la prestazione di Di Molfetta, sostituito da Kumih al 70°.

Zigoni, Gianmarco (Spal) – La Spal di Zigoni ha vinto in casa per 1-0 contro il Pontedera, decide il match la rete di Finotto al 65°. L’ex attaccante del Milan è subentrato a Grassi al 71° ed è stato ammonito all’85°, buona la sua prestazione nonostante non sia riuscito a segnare.

Pessina, Matteo (Catania) – Il Catania di Pessina ha perso in trasferta per 2-0 contro l’Ischia Isolaverde, decidono il match le reti di Moracci al 28° e di Kanoute al 65°. Esordio dal primo minuto per l’ex centrocampista della Primavera rossonera: ammonto al 35° e sostituito da Lupoli ad inizio ripresa. Buona la sua prova nonostante la sconfitta finale.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy