Alessandria: entusiasmo e Bocalon, ma dietro e in mediana...

Alessandria: entusiasmo e Bocalon, ma dietro e in mediana…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Martedì sera, nell’incontro valido per il ritorno della semifinale di Coppa Italia, il Milan ospita l’Alessandria di Angelo Gregucci. I piemontesi, in Lega Pro, stanno attraversando un momento tutt’altro che esaltante: nelle ultime gare, hanno infatti evidenziato un rendimento altalenante, tanto da essere reduci da un pareggio e da una sconfitta e da essere scivolati al quinto posto della classifica. Tuttavia, non avendo nulla da perdere, i grigiorossi dovrebbero venire a San Siro con grinta ed entusiasmo, fare il possibile per giocarsela fino alla fine e mettere in scena una prestazione caratterizzata da aggressività, corsa e intensità.

Punti di forza: il tridente offensivo.
Qualora il Milan sottovalutasse l’impegno e si esponesse ad azioni di rimessa, l’Alessandria potrebbe godere di spazi e occasioni in grado di riportarla in partita. Gregucci può infatti contare su un tridente composto da due esterni rapidi e resistenti, in possesso di doti da contropiedisti, propensione al dribbling e abilità nel ribaltare il fronte, e da un centravanti, Riccardo Bocalon, capace di capitalizzare al meglio le occasioni a propria disposizione e di mettere in difficoltà le retroguardie avversarie. Insomma, nel caso in cui i rossoneri non scendessero in campo con la giusta mentalità, i piemontesi potrebbero dire la loro e rendersi pericolosi.

Punti deboli: l’inesperienza di difesa e centrocampo.
I grigiorossi, in mediana e in difesa, possono essere superati senza problemi. Il centrocampo, nonostante possa tenere ritmi alti per ampi tratti di gara, presenta lacune sotto l’aspetto tecnico, tattico e della comprensione dello sviluppo delle azioni: sul lungo andare, potrebbe perdere lo scontro nella zona nevralgica del terreno di gioco, concedere varchi tra le linee e non proteggere a dovere una difesa fragile e perforabile. Proprio così. Il pacchetto arretrato piemontese palesa pecche sotto molti aspetti. Gli esterni faticano in entrambe le fasi e potrebbero essere superati con facilità, mentre i centrali potrebbero spesso commettere errori di posizionamento. Che dire, con la giusta concentrazione, il Milan può vincere la sfida senza difficoltà.

Giocatore chiave: Riccardo Bocalon.
Prima punta rapace, che annovera nel proprio repertorio il senso del gol, Bocalon potrebbe rappresentare una tra le poche ancore di salvezza a disposizione di Gregucci. In ogni caso, il livello della sua prestazione dovrebbe dipendere dal rendimento della coppia centrale rossonera.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy