De Sciglio: “Il nostro problema è l’atteggiamento. Spero di restare il più a lungo possibile al Milan. La Lazio sarà carica”

Ospite negli studi di Milan Channel, per registrare una nuova puntata di “Emozioni Collection”, De Sciglio ha rilasciato queste dichiarazioni, in esclusiva, al canale tematico rossonero.

Sulle 100 in rossonero: “Arrivare alle 100 presenze con la squadra del mio cuore, per la quale ho sempre tifato fin da piccolo, è stata una grande emozione. Sarebbe stato bello festeggiarle con un altro risultato e prestazione (sconfitta col Sassuolo, ndr), ma la soddisfazione rimane perché a 23 anni non tutti possono dire di aver ottenuto questo traguardo. Mi auguro di poterne farne tante altre, anche più di 100. Il Milan mi ha dato tantissimo, spero di poter continuare il più a lungo possibile qui”.

Sul momento: “Ci sono state delle assenze improvvise, più di una, ma una grande squadra deve saper gestire l’emergenza senza grossi problemi. Siamo tutti giocatori in grado di sostituire compagni assenti o infortunati. Il nostro problema principale in questa stagione è stato l’atteggiamento: ovvero entrare in campo senza la giusta attenzione o viceversa iniziare bene e finire male. Stiamo cercando di migliorare questo difetto con il lavoro, l’obiettivo è l’Europa. Vogliamo far vedere ai nostri tifosi di mettercela tutta e lottare per la maglia”.

Se un domani potrà essere il nuovo Abate e Abbiati, a livello di ruolo, dopo le loro recenti parole forti e da leader: “Mi piacere essere io al loro posto fra qualche anno. Spero di rimanere al Milan il più a lungo possibile, diventare una bandiera come Abbiati e vincere tanto in Italia, in Europa e nel Mondo”.

Sulla Lazio: “Saranno vogliosi di rivincita, il calcio è bello per questo perché dopo pochi giorni possono rifarsi. Mi aspetto una Lazio carica per rifarsi dall’eliminazione in Europa League. E poi siamo il Milan: ogni squadra cerca di fare la partita della vita contro di noi”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy