SM/ Evento Fujitsu, Abbiati: “Sono legato a questi colori”. Boateng: “Voglio segnare”. Antonelli: “Uniti con il mister”

Dal nostro inviato in Fiera Milano, Christian Pradelli

Un evento in Fiera Milano organizzato da Fujitsu, uno dei main sponsor del Milan: questa mattina protagonisti tre giocatori rossoneri: Christian Abbiati, Luca Antonelli e Kevin-Prince Boateng, oltre a Franco Baresi.

Il primo a prendere la parole è stato Luca Antonelli: “Ho giocato tre anni nel settore giovanile del Milan, dove ho avuto la fortuna di essere allenato da Baresi. Poi ho fatto nove anni altrove, ma adesso sono felice di essere tornato. Nazionale? Spero di andare all’Europeo, ma passerà tutto dalle prestazioni con il Milan. I miei due gol in campionato? È andata bene, ho portato due vittorie, spero di farne altri“.

Poi è toccato a Boateng: “Ho fatto qualche gol bello, ma le acrobazie non le faccio più perché sono diventato vecchio. Ho una nuova esultanza ma devo prima segnare. Il gol a Pechino? Era pieno di rossoneri, abbiamo vinto la Supercoppa, faceva caldissimo, ma sono stato molto felice“.

Queste, invece, le parole di Abbiati: “La parata più bella della mia carriera credo sia stata quella nel derby di Champions del 2003 che ci ha portato alla finale dove abbiamo vinto contro la Juve. La ricordo con piacere. Sono al Milan dal 1998 e sono legato a questi colori. La gara contro il Chievo? Non è facile entrare a freddo ma sono sempre pronto, quando ti alleni al massimo puoi dare il tuo contributo alla squadra“.

LEGGI ANCHE:  Ibra: "Vaccino? L'ho fatto per un semplice motivo"

Al termine dell’evento, Luca Antonelli si è fermato ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo parlato negli spogliatoi, il gruppo è molto unito. Ci stiamo preparando benissimo per la partita contro la Lazio. Mancano ancora nove partite e vogliamo vincerle tutte quante. Le parole di Abbiati e Abate? E’ stata una critica costruttiva, nello spogliatoio parliamo di tutto e siamo convinti di fare bene da qui alla fine dell’anno. Noi vogliamo prendere le squadre che ci sono davanti, ne abbiamo due a sei punti e cercheremo di prenderle. Con Mihajlovic c’è un rapporto bellissimo, è il nostro allenatore e siamo tutti con lui. Cercheremo di vincere tutte le partite, poi dal sedici maggio penseremo alla finale di Coppa Italia. Il suo futuro? Le voci danno fastidio, però siamo un gruppo unito e faremo di tutto per uscirne. Montolivo per noi è importantissimo, anche quelli che han giocato han fatto bene ma il carisma di Riccardo è fondamentale. Candreva è un grandissimo giocatore, ha delle doti che hanno in pochi in Italia. La partita della Juventus? Ieri ho visto il Barcellona, ma mi hanno detto che ha fatto una grandissima partita. E’ uscita, avremo la possibilità anche noi di batterla“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy