GaSport, c’è Bacca a tenere a galla l’attacco. Ma Menez…

Come Zlatan Ibrahimovic al suo primo anno in rossonero. Il ruolino di marcia di Carlos Bacca viaggia ormai a quattordici reti in Serie A, con otto giornate ancora da giocare. Un’ottima notizia per Sinisa Mihajlovic che proprio alla vigilia del match con la Lazio aveva pungolato le sue punte, in crisi nel rapporto con le porte avversarie. Il colombiano, in particolare, ha rotto ieri sera un digiuno che durava da quattro partite. Da dopo il Genoa, infatti, erano andati a segno solo centrocampisti e difensori.

Come sottolinea oggi La Gazzetta dello Sport, il tecnico serbo può contare su una buona intesa ritrovata tra Bacca e Luiz Adriano, quest’ultimo applaudito da San Siro al momento della sostituzione con Mario Balotelli, beccato, al contrario, da buona parte del pubblico. Già, perché sembra proprio che i tifosi rossoneri abbiano sposato appieno la filosofia di Mihajlovic: prima il sacrificio, poi il resto. E a proposito di sacrifici, non è proprio una bella figura quella che riguarderebbe Jeremy Menez.

Pare che il vice di Mihajlovic, Nenad Sakic, abbia dovuto convincere il francese a scaldarsi. Bocche cucite a fine partita. Tradotto: roba che si risolverà nello spogliatoio. “Se risulterà che non aveva voglia, ci penserò io a lui”, ha sentenziato il serbo in conferenza stampa. Un nuovo caso all’orizzonte?

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy