Maldini: “Non sempre un leader è d’accordo col pensiero della società”

Paolo Maldini nel tardo pomeriggio di oggi era presente nella sede de La Gazzetta dello Sport, in occasione del Premio Stracca, insieme all’ex capitano dell’Inter Zanetti. Queste le dichiarazioni della storica bandiera del Milan sul palco dell’evento.

Nel calcio diventi leader per anzianità, uno non si autoproclama e ce ne sono davvero pochi da seguire. Come mio capitano ha avuto un leader silenzioso come Franco Baresi. Parlava poco ma in campo si faceva sentire. Ho cercato di essere un leader onesto e democratico per la squadra che è stata la mia vita. Durante i periodi negativi la cosa importante è metterci la faccia e assumersi le responsabilità e capire se poi la squadra ti segue. Questo è uno dei compiti di un leader. Non sempre il leader è d’accordo con il pensiero della società, perché sono due gruppi di lavoro diversi. Uno sul campo e uno al tavolino. Non c’è lo scontro ma dialogo, l’esposizione dei problemi è fondamentale per la soluzione e il rispetto dei ruoli“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy