Sei qui: Home » Copertina » Montolivo sempre meno Capitano, i tifosi ne chiedono la testa

Montolivo sempre meno Capitano, i tifosi ne chiedono la testa

Nella situazione delicata, complicata, drammatica del Milan attuale, ci sono delle figure su cui il tifoso (quasi tutti ormai) ha indirizzato il mirino, ritenendo, tali figure, le principali cause della decadenza rossonera. Ovviamente la rabbia si indirizza in primis verso la società, con Galliani e Berlusconi responsabili del malcontento generale, ma anche verso alcuni calciatori. Uno di quelli, forse il principale, che viene considerato tra i simboli del fallimento del piccolo Diavolo degli ultimi tre anni, è senza ombra di dubbio il Capitano, Riccardo Montolivo. Nelle ultime settimane si p parlato davvero in maniera molto pesante di lui, definendolo addirittura come il Capitano più indegno della storia del Milan.

Dai social, dove addirittura è stata lanciata una pagina che non vuole il rinnovo del calciatore, allo stadio, luogo in cui si scatena la contestazione dei tifosi e i fischi contro Montolivo ormai sono sempre più assordanti. Domenica contro il Frosinone ha fatto male ed è sprofondato sempre di più insieme alla squadra. A volte, forse, i fischi ed i giudizi sull’ex Fiorentina sono stati troppo affrettati, cinici e prevenuti, ma il calciatore ha fatto davvero poco per far ricredere gli scettici e dare ragione ai suoi pochi (ormai pochissimi) estimatori. Il 90% dei milanisti non lo vuole e si oppone al suo rinnovo e domenica San Siro lo ha dimostrato ampiamente con i fischi. La fascia che gli è stata messa sul braccio, poi, sembra appartenergli sempre di meno e rappresenta al meglio una squadra che non funziona.

LEGGI ANCHE:  Presenza speciale a San Siro: è atteso per il derby!

Per una tifoseria abituata ai Rivera, Baresi, Maldini, finendo con Ambrosini, come capitani e simboli, è ancora più difficile accettare che la fascia vada sul braccio di un giocatore con poca personalità e poco carattere. Per questo è diventato il capro espiatorio della rabbia, della protesta, per questo tutti si oppongono fortemente al suo rinnovo. Argomento che, al momento, sembra alquanto caldo e che addirittura pare vicino ad un esito positivo. Il campo però ha parlato e per quasi tutti i rossoneri, è chiaro che Montolivo non meriti il rinnovo, ma soprattutto non meriti la fascia di capitano. Per molti, infatti, il cambiamento, il rinnovo, parte soprattutto dalla cessione del giocatore.