SM ESCLUSIVO/ Nava: “Il risultato di oggi è eclatante, ma non siamo ancora al top”

Nava
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dal nostro inviato a Quattordio, Simone Basilico.

Al termine dell’incontro tra la Primavera del Milan e i pari età del Torino, valido per la semifinale del Memorial Mamma Cairo, l’allenatore dei canterani rossoneri, Stefano Nava, ha parlato ai microfoni di SpazioMilan.it.

Queste le sue dichiarazioni: “Onestamente, siamo ancora un po’ indietro, nella preparazione: stiamo cercando di crescere, di fare passare i nostri concetti, i nostri criteri, i nostri principi e la nostra metodologia, che, fortunatamente, essendo tale per tutto il settore giovanile rossonero, ci facilità un po’ il compito. In ogni caso, è necessario ripercorrere tutto il nostro cammino e crescere, perché il risultato è eclatante, ma, a me, personalmente, non nasconde alcune difficoltà che, sicuramente, dobbiamo prendere in considerazione. Già nella presentazione, questo torneo dispone di quattro squadre molto importanti, quindi, le semifinali e le finali, sfida per il terzo-quarto posto inclusa, sono un appuntamento da non perdere: c’è grande prestigio“. Nava SM_1

E ancora: “El Hilali sempre meglio da centrale e con la fascia di capitano? Sto facendo girare tutti i giocatori, nelle vesti di capitano, ma, nel campionato, probabilmente, vedremo un solo capitano. Sceglieremo insieme. El Hilali è un giocatore moderno, che può interpretare diversi ruoli, ma deve farlo con l’applicazione necessaria per svolgere al meglio questi ruoli e con il desiderio di crescita, da parte sua, prima di convinzione, poi di ambizione. L’esordio in campionato, contro la Fiorentina? Ci manca ancora qualcosa, noi non siamo ancora quelli che vorrei fossimo, ma credo anche che sia normale, nel corso di un cammino di preparazione, per il campionato. Sarei preoccupato, se fossimo già al top, però, so che questa squadra ha necessità. Su queste ultime, bisogna lavorare, con peculiarità e attenzione, per migliorare, nel tempo“.