Romagnoli: "Chelsea? Voglio restare e vincere al Milan. Con Montella il mio gioco ideale"

Romagnoli: “Chelsea? Voglio restare e vincere al Milan. Con Montella il mio gioco ideale”


Ancora parole, speranze, considerazioni e obiettivi da parte di Romagnoli. Il difensore del Milan, oggi, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport, fra passato, mercato e il suo avvenire. Ovviamente rossonero.

Sull’offerta del Chelsea in estate e il no del Milan: “Il Chelsea è uno dei migliori club al mondo e quindi la loro offerta mi ha fatto piacere, ma il no del Milan mi ha fatto ancora più piacere. Certo che sono orgoglioso: ora ho un motivo ulteriore per dare ancora di più. Orgoglio e stimolo, ecco le due parole chiave. Sono felice di essere rimasto. Spero di restare il più a lungo possibile, perché tengo a questa maglia e qui voglio vincere qualcosa”.

Europa obbligatoria: “Questa è la base di partenza, di qualsiasi Europa si tratti, ma purché sia Europa. Non è possibile vedere il Milan per 3 anni fuori dal giro. È qualcosa che fa rabbia, così come ha fatto rabbia perdere la Coppa Italia. Il calcio però è fatto di cicli e occorre del tempo per tornare al top. Non si torna a vincere dall’oggi al domani. Ai tifosi chiedo di darci fiducia: sono stati anni brutti, di sofferenza, ma dobbiamo venirne fuori. Questo sarà l’anno buono“.

Su Mihajlovic: “Per me è stato fondamentale, mi ha voluto alla Samp e mi ha fatto giocare a 19 anni. Sono maturato molto in quel contesto. Il suo esonero al Milan non se lo aspettava nessuno“.

Le differenza con Montella: “Uno urla di più, è più irruento, ma non crediate che Montella sia morbido… Scherzi a parte, sono entrambi allenatori equilibrati. Una differenza tattica è che adesso l’azione deve obbligatoriamente iniziare da dietro. E fare ripartire l’azione col pallone fra i piedi è la cosa che mi piace di più. L’anno scorso non riuscivamo, forse ci mancava coraggio“.

Su sé stesso: “Per fortuna ho solo 21 anni e quindi ci sono molti margini di crescita. Credo di dover migliorare nel tenere la concentrazione per 90’, e nella marcatura, che dovrebbe essere più stretta. I pregi sono l’intuito tattico e la freddezza caratteriale. Se soffro la pressione di indossare il numero di Nesta? Per quanto riguarda la maglia, non sento pressione ed è una scelta che rifarei. E alle etichette di ‘Mister Milione’ non ci penso proprio. Comunque chissà, magari l’anno prossimo arriviamo a 60 (ride, ndr)…“.

Sui compagni più difficili da marcare in allenamento: “Luiz Adriano, molto bravo a tenere palla, con lui faccio fatica. E Lapadula ti sfianca perché fa mille movimenti. In quanto a Bacca, per fortuna di solito mi mettono in squadra assieme…”.

Romagnoli Dybala (spaziomilan)Berlusconi e mercato: “Ho avuto la fortuna di conoscerlo, so che per me ha fatto un investimento importante, ma io non mi sento un punto fermo. Qui siamo tutti in discussione. E comunque se dopo questo mercato il gruppo è rimasto più o meno lo stesso, significa che siamo forti e il club conta su di noi. D’altronde abbiamo dato tanti giocatori alle nazionali: vuol dire che lavoriamo bene“.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl