Ancelotti: "Strano il Milan senza Berlusconi. Dirigenti da altre società? Contano solo i risultati"

Ancelotti: “Strano il Milan senza Berlusconi. Dirigenti da altre società? Contano solo i risultati”


Carlo Ancelotti, Silvio Berlusconi

Nella lunga intervista concessa ai colleghi de La Gazzetta dello Sport, Carlo Ancelotti racconta e si racconta, parlando del mondo del calcio a 360°. Immancabili dei passaggi sul Milan, la futura proprietà cinese e la questione bandiera in società. Sui temi di strettissima attualità rossonera, l’ex mister del Diavolo risponde così: “Io sarei contento se il Milan fosse gestito da persone capaci come negli ultimi trent’anni. E Milaniste, come lo è Berlusconi. Ma il futuro rossonero deve basarsi sulla competenza dei dirigenti, poi se arrivano da altre squadre al tifoso interessa meno, purché vengano i risultati“.

E ancora: “Berlusconi? Ogni tanto lo sento, io gli ho fatto gli auguri e lui ha ricambiato. Rimane sempre una persona con cui ho affetto, mi ha fatto stare bene, da giocatore e da allenatore. E mi è stato vicino. Il Milan senza di lui è strano, ma il calcio oggi è così: lui si è stancato e alla fine i cicli si devono concludere. Consigli sul nome da bandiera della società? No“.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl