Meani torna su Calciopoli: "Le intercettazioni sono spesso distorte. Il Milan non ha mai ricevuto vantaggi"

Meani torna su Calciopoli: “Le intercettazioni sono spesso distorte. Il Milan non ha mai ricevuto vantaggi”


Leandro Meani spezza il silenzio e torna a parlare. In un’intervista rilasciata ai colleghi de Il Corriere della Sera, l’ex addetto agli arbitri del Milan si è espresso così sulla nota vicenda di Calciopoli: “Mi hanno dipinto come un delinquente. Le intercettazioni distorcono tutto perché chi deve interpretare non conosce il contesto in cui due persone che si frequentano parlano tra loro. Tra gli uomini di calcio è così: le spariamo grosse, ma sono solo boutade. Il Milan non ha mai ricavato vantaggi. Nella mia intercettazione con Mazzei, espressi un gradimento per Puglisi come guardalinee per Milan-Chievo dopo un’ingiusta sconfitta a Siena. Pur vincendo 1-0 subimmo due errori arbitrali gravi, tra cui un gol annullato a Crespo per fuorigioco che non c’era. Per tutti ero ‘quello delle intercettazioni del Milan’. Mi arrivarono minacce. Telefonavano al ristorante e mi dicevano ‘Ti ammazziamo’ o ‘Ti bruciamo il locale’. Per una settimana la questura mi ha lasciato la scorta“.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl