SM RELIVE/ Montella: "In difesa ho già deciso chi gioca. Bacca sereno, Lapadula ha più di una chance di giocare. Meglio Pioli di De Boer? Uguale. Berlusconi...

SM RELIVE/ Montella: “In difesa ho già deciso chi gioca. Bacca sereno, Lapadula ha più di una chance di giocare. Meglio Pioli di De Boer? Uguale. Berlusconi…


Dal nostro inviato a Milanello, Daniele Castagna

Siamo arrivati alla viglia del derby! Le due settimane senza Serie A causa impegni delle Nazionali, hanno, se possibile, caricato ancora di più l’attesa del match tra Milan ed Inter di scena domani sera ovviamente a San Siro. Dopo che ieri è toccato al (neo) tecnico avversario Stefano Pioli, oggi sarà Vincenzo Montella ad analizzare in conferenza stampa i temi più salienti della sfida ai nerazzurri. Giocherà Bacca o Lapadula? Romagnoli recupera o accanto a Paletta ci andrà Gomez? Questo e tanto altro nelle parole del mister, in diretta testuale su SpazioMilan.it

LA CONFERENZA DI MONTELLA IN PILLOLE

12.40 – Terminata la conferenza stampa di Montella

– Sulle sensazioni:Nei giorni scorsi ero più smanioso di oggi, non so perché: la vivevo più da tifoso e invece adesso la sento da professionista, magari perché mancavano dei giocatori. Sarà bello giocare un derby del genere, una grande emozione e un privilegio

– Ancora sui nerazzurri: “L’Inter potrebbe partire forte, me lo aspetto anche per l’importanza di vincere e le motivazioni. Devi sbilanciarti su qualcosa per vincere, ma non è detto che non sarà una gara bloccata

– Su Berlusconi a San Siro:Non so se verrà, sarebbe un grandissimo regalo e farà molto piacere a me e ai miei giocatori. Speriamo che l’indiscrezione sia vera, l’aspettiamo con grande piacere. Aneddoti in passato? No, ai miei tempi non c’era modo di vincere col Milan e quindi non è mai venuto a congratularsi nello spogliatoio. In passato so che è successo

– Sulle critiche: “Le critiche sono legittime, se corrette ed educate. Soprattutto se costruttive e non politiche. Sappiamo che possiamo migliorare e dove, lavoriamo per questo e per far crescere la squadra. Sono sereno e tranquillo, alcune possono essere legittime“.

– Sull’infortunio di Romagnoli:Ero anche io allo stadio, avevo notato che non stava bene già dopo pochi minuti e stavo per fare invasione di campo… Vi racconto un aneddoto di quando giocavo: non mi sono mai fatto male muscolarmente, poi in un’amichevole mi feci male ma rimasi in campo e segnai pure. Nelle settimane successive, nella stagione dello scudetto, dovevamo giocare il derby e poi con la Juve. La voglia di giocare specie da giovane, ti fa andare oltre il dolore: perdoniamo Romagnoli, lo capisco

– Su Jovetic:Sì ci siamo incontrati per caso in un ristorante. A Firenze è cresciuto molto, ha fatto tanto per la FIorentina e sono soddisfazioni per un allenatore. Il mercato è lontanissimo, non è il momento di pensarci. Ma lo ritrovo molto volentieri

– Su Lapadula:Se ha chance di giocare? Come no, più di una

– Sui precedenti vincenti con con Pioli:Non ci ho pensato, ma a volte viene omesso il livello delle squadre che si affrontavano. I giocatori dell’Inter sono quelli, il modulo più o meno anche, quindi il cambio dell’allenatore nell’immediato non credo possa produrre grandi vantaggi

– Sulle differenze con gli atri derby:L’avvicinamento alle gare è un po’ diverso, soprattutto da calciatore. Poi domani vediamo. Si lavora tanto, nell’avvicinamento alla partita e nell’atteggiamento delle persone adesso ci sono delle differenze

– Sul derby in generale:Nelle settimane scorse, forse anche dall’inizio, ho pensato che per alzare il livello del derby deve alzarsi il grado di competitività delle squadre. Spero che l’Inter possa crescere di livello e di conseguenza noi, sarebbe molto bello per la città di Milano

– Sugli obiettivi:Parlare di supposizioni o ipotesi è poco produttivo, adesso non so se posso rispondere su quale sarà il nostro obiettivo se vinciamo il derby. Mi piacerebbe rispondere domani

– Ancora sulla preparazione:In queste settimane non ho visto la squadra al massimo nel senso che avevo pochi calciatori, quindi ci sono sensazioni diverse, Ne mancavano parecchi

– Sulle chiavi del match:I grandi allenatori dicono che le grandi partite di vincono a centrocampo, può essere vero ma domani la differenza la faranno la lucidità e le motivazioni

– Sui favori del pronostico: “Sarei il primo a sbagliare se pensassi di essere favorito, sarebbe un errore: i giocatori non devono pensare questo se no avremmo già perso”
– Su Pioli:Era meglio affrontare l’Inter di De Boer? Per me è uguale. Non credo che il nuovo allenatore domani darà vantaggi all’Inter, ma è la partita in sé a dare dei vantaggi a loro: hanno dimostrato di fare meglio nelle grandi sfide. Pioli lo stimo, credo sia reciproco

– Sul derby “da tifoso”:Forse sì. Ho sempre tifato Milan, ma non ho mai tifato contro l’Inter nella mia adolescenza. Ma domani lo farò (ride)…”

– Su Berlusconi:Non l’ho sentito sinceramente, ma è ancora lunga l’attesa fino a domani sera. Non so se sarà il suo ultimo derby, sicuramente sarà il mio primo e ho emozione e curiosità

– Su eventuali festeggiamenti particolari:Se farò l’Aeroplanino se vinciamo? Non so se l’ho veramente detto, però ho qualche kg in più e ho paura di cadere…

– Sugli avversari:Il campionato dirà qual è la rosa migliore. Pensiamo a noi, a ottimizzare la crescita dei miei giocatori. Il campionato dirà chi è il migliore, io adesso ha altri problemi

– Sulle parole di Marotta:Non mi hanno dato fastidio, assolutamente no. Ormai si parla sempre di calcio, a livello globale e internazionale, ogni cosa è lecita e normale. Ci si fa l’abitudine

– Su Zapata:Sta crescendo di condizione, si allena regolarmente da qualche settimana e quindi non ha i 95′ nelle gambe. Però l’esperienza può sopperire a questa mancanza, a volte. Io ho già deciso, aspettiamo l’ultimo allenamento che sarà domani mattina

– Su Gomez:E’ tornato bene, ieri si è allenato ma non è stato un allenamento intensissimo. Ha recuperato e sta bene. Sicuramente deve controllarsi di più per il ruolo che ricopre e il campionato in cui gioca, però lo sta facendo con celerità. L’inserimento in Italia poteva essere più veloce, però è sulla strada giusta

– Su Bacca: “E’ giusto che si parli tanto dei calciatori, cercando di tirare fuori un po’ tutto. Ha 30 anni, ha giocato una vita e segnato tantissimo: non deve dimostrare nulla, deve stare sereno come deve stare sereno Lapadula che muore dalla voglia di giocare. Lapadula è un dolce problema, è sempre importante e lo sarà in qualsiasi momento anche domani

– Sull’Inter:L’Inter ha giocatori di primo livello mondiale, specie in attacco. Per marcare i giocatori forti vanno marcati bene i rifornimenti, quindi la partita va giocata un po’ prima

– Sull’importanza del derby:Non sarà decisiva, è prematuro. Per noi sarà fondamentale: vogliamo continuare il momento positivo, a vincere e a dare soddisfazioni ai nostri tifosi, che ci sono sempre stati vicino. Dopo l’Udinese era un momento critico, loro ci hanno supportato e domani ci daranno una grossa mano

– Su Romagnoli:Ci sono pochissime speranze, non possiamo rischiare e mi pare logico. Vediamo. Nel derby l’aspetto tecnico e tattico non conta nulla, o meglio conta meno di altre partite. Al di là dei numeri, che dicono molto ma non sempre tutto, Romagnoli e Paletta avevano trovato un’affinità importante. Giocando insieme si conoscono pregi e difetti. Senza di lui prendiamo tanti gol? Vorrà dire che dovremo segnarne almeno 3…

– Sulla preparazione al derby:Tante volte ho visto squadre fare pessime settimane e poi vincere la gara. Ma è sempre importante allenarsi bene. Partita bella e difficile, che non deve essere minimamente sottovalutata. Non mi dà fastidio essere favorito, ma la condizione è che i miei giocatori ci credano. L’Inter ha giocatori di assoluto valore, per loro sarà difficilissima e daranno il 100% anche per lo spirito di squadra. Quando riconoscono che è la partita complicata a livello tecnico, si compattano e hanno già fatto grandi prestazioni

12.10 – Inizia la conferenza stampa pre-derby di Vincenzo Montella

 

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy