Lui Pai (Radio China International): "Pechino si fa attendere nel rilascio delle autorizzazioni, ma il sì è questione di tempo"

Lui Pai (Radio China International): “Pechino si fa attendere nel rilascio delle autorizzazioni, ma il sì è questione di tempo”


Il giornalista di Radio China International Liu Pai è intervenuto a Radio 1 ed ha parlato dell’imminente cessione del Milan: “La mia fonte, uno che ha fatto da procacciatore nell’acquisto del Milan, mi ha fatto sapere che la chiusura definitiva dell’affare probabilmente slitterà dopo il 18 novembre, la scadenza prestabilita da Fininvest e dalla cordata cinese. Il problema non è rappresentato né dai venditori né dai compratori, anzi tutte le parti hanno completato la propria parte di impegno per concludere l’affare. Il problema sta nell’attesa dell’approvazione definitiva del governo cinese che non è ancora arrivata. Questo non vuol dire che il governo cinese non approvi, ma quest’anno sono molte le aziende cinesi che stanno cercando di acquistare società estere con l’incoraggiamento del governo. Per questo c’è una sorta di fila per ottenere il via libera. E’ solo una questione di tempo e il sì da Pechino arriverà. Si è quasi certi però che la definitiva slitterà dopo il 18 novembre. Fininvest e la cordata cinese sono tranquillissime“.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy