Niang: "Sono il primo rigorista, ma ieri è andata male. Sto bene al Milan, ho la fiducia di Montella. Cessione societaria? Per ora non abbiamo visto i cinesi"

Niang: “Sono il primo rigorista, ma ieri è andata male. Sto bene al Milan, ho la fiducia di Montella. Cessione societaria? Per ora non abbiamo visto i cinesi”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

M’Baye Niang, a Football Show, trasmissione in onda su BeIN Sports, è tornato a parlare della discussione avuta con Lapadula, durante la gara interna con il Crotone, al momento del calcio di rigore, del suo futuro e dell’attuale situazione del Milan:

Sul rigore, c’è stata un po’ di confusione, ma io sono il primo sulla lista dei tiratori. Dopo di me, c’è Bacca. Il terzo, invece, è chi si sente di calciare. Lapadula è in un periodo positivo, avrebbe voluto tirare il rigore, ma io gli ho detto di lasciarmi tirare. Volevo segnare anch’io, non faccio gol da un mese, ma è andata così. In passato, il prestito al Genoa mi ha fatto bene, sono andato lì e, dopo un periodo difficile con il Milan, avevo meno pressione. Poi ,nella scorsa stagione, ho ritrovato fiducia grazie a Mihajlovic: la sua stima mi ha fatto bene. Quest’anno, ritrovo la fiducia anche con Montella, che mi fa giocare dove mi piace”.

E ancora: “In attacco siamo tanti, possono giocare anche Bonaventura e Honda. Io avevo bisogno di un po’ di riposo, così come Bacca e Suso, prima di me. La cessione del club? Per ora, non abbiamo visto nessuno dei cinesi. Pensiamo solo al campo e a rimanere concentrati. Non c’è niente di ufficiale, Berlusconi è il nostro Presidente e Galliani viene quasi tutti i giorni a Milanello. Il mio futuro? Ho un contratto fino al 2019. Sono felice al Milan, tutto il club è con me e ho la fiducia dell’allenatore. Non avrei alcuna ragione per partire“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy