Bacca e Suso, gemelli diversi e divisi dal gol: uno segna ma non si vede, l'altro trascina ma non vede la porta

Bacca e Suso, gemelli diversi e divisi dal gol: uno segna ma non si vede, l’altro trascina ma non vede la porta

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Milan Kucka Bacca Suso

Nel Milan che fatica in questo interminabile e molto negativo mese di gennaio, ci sono due giocatori che stanno vivendo momenti opposti che differiscono nei giudizi solamente per quel dettaglio da sempre decisivo nel calcio: i gol. Bacca e Suso, gemalli diversi dello stesso tridente offensivo: chi viene continuamente criticato sta segnando, chi è giustamente esaltato ha segnato il suo nome sul taccuino troppe poche volte.

Carlos Bacca dopo la rete al Cagliari che ha messo fine a un digiuno in campionato che durava da tre mesi ha ritrovato continuità con la porta avversaria. Tra Serie A e Coppa Italia 3 gol in 4 partite, un’ottima media, quella a cui ci aveva abituato nella scorsa stagione e quella per cui era stato acquistato dai rossoneri nell’estate del 2015. L’ex Siviglia è tornato a segnare nonostante le prestazioni siano rimaste altamente anonime, sotto il profilo della presenza in campo e dell’aiuto alla squadra. Ma questo è Bacca, micidiale in area di rigore e questo è il suo mestiere: se non segna diventa un problema, se la butta dentro diventa difficile chiedergli di più, per caratteristiche e modo di giocare della squadra.

Poi sulla destra, insostituibile e imprescindibile, agisce Suso, vero crack di questa stagione milanista e autentica scommessa vinta di Montella. Lo spagnolo fino a questo momento ha trascinato il Milan ma nel nuovo anno ha subito una flessione sul piano del gioco e sopratutto fa troppa fatica e trovare il gol. Nei suoi numeri devono spiccare più gli assist ma 5 reti in 20 gare stagionali sono pochini. Normale che senza mai riposare potesse avere un calo, sia fisico che mentale, prevedibile che gli avversari prendessero le misure e iniziassero a raddoppiarlo continuamente ma è proprio adesso che Suso dovrà elevarsi per uscire da queste mini sabbie mobili in cui si è incastrato. Gli allarmi sono lontanissimi, la fiducia di compagni e mister è altissima e la sua dedizione e attaccamento sono evidenti. Serve solamente una ricarica delle batterie per poi tornare a marciare spediti verso l’Europa. E poi gennaio, per fortuna, sta finendo.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy