Calabria torna dopo 113 giorni e prova a raccogliere l'”eredità” di De Sciglio

Finalmente Davide Calabria! Il Milan dei giovani italiani riabbraccia uno dei suoi elementi più promettenti, che questa sera contro il Torino ritroverà una maglia da titolare 113 giorni dopo quel Fiorentina-Milan del 25 settembre scorso. Da allora il terzino rossonero non è mai più sceso in campo a causa di un grave infortunio alla caviglia sinistra. Durante il lungo calvario, Calabria ha lavorato sodo per recuperare al meglio la condizione senza forzare i tempi e rischiare una nuova ricaduta, tornando a saggiare il campo giovedì per uno spezzone in Coppa Italia.

Ma la vera prova del nove sarà questa sera in quanto, complici gli infortuni di De Sciglio e Antonelli ed un Vangioni mai entrato nelle grazie di Montella, sarà lui a presidiare la fascia sinistra di sinistra. Destino vuole, ricorda questa mattina Tuttosport, contro l’allenatore che lo ha lanciato in rossonero, quel Sinisa Mihajlovic che disse a Galliani e Maiorino di non acquistare altri terzini perchè uno lo forte lo aveva già in casa, ed era Calabria, appena aggregato alla Prima Squadra dalla Primavera allora allenata da Brocchi.

LEGGI ANCHE:  Milan, il nuovo esterno arriva dal Cile? Offerta da 5 milioni per il classe 2004

Ed il rientro di Calabria, osserva il quotidiano torinese, può essere visto anche in ottica futura perchè, con Abate che va verso i 31 e De Sciglio sempre nel mirino della Juventus, Calabria potrebbe presto diventare un titolare inamovibile, l’ennesimo proveniente dal florido settore giovanile rossonero.

Sei qui: Home » Rassegna Stampa » Calabria torna dopo 113 giorni e prova a raccogliere l'”eredità” di De Sciglio