Con Gigio davanti il futuro diventa difficile: il giovane Plizzari può pensare di andar via

Con Gigio davanti il futuro diventa difficile: il giovane Plizzari può pensare di andar via

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Trovarsi nelle gerarchie dietro un fenomeno nascente come Gigio Donnarumma non deve essere facile per nessun portiere, per informazioni chiedere a Diego Lopez che per giocare si è trasferito la scorsa estate all’Espanyol o a Gabriel che per lo stesso motivo sta per volare a Cagliari. Questo discorso vale a maggior ragione per un portiere giovane che ha voglia di mettersi in mostra come Alessandro Plizzari, classe 2000 ed anch’egli considerato dagli addetti ai lavori un “craque” per il futuro.

Seppur così giovane, Plizzari si trova già davanti ad un bivio della sua carriera, che giocoforza dipenderà anche dal futuro del gigante di Castellammare di Stabia: rinnovare il suo contratto coi rossoneri in scadenza nel 2018, ma presumibilmente trovarsi chiuso da Gigio, o migrare altrove alla ricerca di una squadra che punti su di lui? In realtà anche i dirigenti di Via Aldo Rossi puntano tantissimo sul talento di Plizzari, basti pensare alla recente investitura nientemeno che di Silvio Berlusconi, oltre che quella di Montella che lo ha designato terzo portiere della prima squadra.

Plizzari

Per questi motivi, la scorsa estate il Milan ha tappato le orecchie dinanzi alle sirene provenienti da Manchester sponda City, che aveva offerto 2 milioni di euro per un trasferimento immediato. Ora le sirene d’Oltremanica potrebbero tornare e resta da capire come si comporterà non solo la nuova proprietà cinese ma anche e soprattutto il ragazzo di Crema ed il suo entourage.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy