La coda del Diavolo, sempre alla fine. Europa League ancora salva ma...

La coda del Diavolo, sempre alla fine. Europa League ancora salva ma…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Mai dire mai con questo Milan, nel finale delle partite ormai può succedere di tutto. A Bologna era stato Deulofeu a inventarsi un’azione incredibile, in nove, prendendosi 3 punti da non crederci, ma il pareggio con la Lazio – scrive La Gazzetta dello Sport – è quasi più paradossale. Messo alle corde per un’ora abbondante, sommerso da un diluvio di tiri (più di 20) verso Donnarumma o dintorni a testimoniare un dominio pressoché totale dell’avversario, i rossoneri hanno fatto pagare carissimo ai biancocelesti l’incapacità di raddoppiare dopo il vantaggio su rigore.

Nel momento cruciale, Montella era tornato all’antica abbandonando l’esperimento del falso nove – Deulo di palloni giocabili non ne ha ma nemmeno se li crea – e inserendo una punta (Lapadula) insieme a un regista vero (Sosa). Ecco la rinascita. In quel quarto d’ora finale, nel quale Suso e compagni hanno già segnato 8 gol su 34, lo spagnolo ha avuto un’intuizione straordinaria; 1-1 ingiusto pesando le prestazioni in campo, ma la colpa è della Lazio. Il Diavolo sopravvive ancora, anche se la lezione dovrà comunque servire per l’avvenire onde evitare, per esempio, di insistere sull’attacco leggero: giocatori e gioco difficilmente lo permettono, a maggior ragione se, come ieri, l’obiettivo sembrava limitare i danni. La manovra si esauriva sulla trequarti, i lanci lunghi erano spesso impossibili da prendere per i “piccoletti” là davanti e la mossa di Poli su Biglia – in una sorta di 4-2-3-1 in fase di non possesso – non è bastata.

Donnarumma compie un paio di paratone vere, una su Hoedt, poi manca poco che riesce a toccare il rigore di Biglia. L’Aeroplanino ha azzeccato i cambi, Sosa per Locatelli (insiste a schermare la difesa e non si prende più responsabilità) e Lapadula per lo spento Ocampos, e conquistato un pari d’oro che gli permette di rimanere in corsa per l’Europa League. Incredibile ma vero, come la prova di Sosa che domina la mediana e la magia di Suso.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy