Van Basten: "Sacchi ha cambiato il calcio ma era un fanatico"

Van Basten: “Sacchi ha cambiato il calcio ma era un fanatico”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

I primi successi del Milan di Silvio Berlusconi, portano la griffe di un allenatore che ha cambiato il modo di intendere il calcio, Arrigo Sacchi. Quel Milan schierava in campo fior di campioni, giocatori che hanno segnato un’epoca arrivando a vincere il Pallone d’oro (a volte anche più di uno). La stella della squadra era Marco Van Basten; il Cigno di Utrecht ha illuminato gli occhi dei tifosi rossoneri e di tutti gli appassionati di calcio con le sue giocate. Non tutti sanno che il rapporto tra Sacchi e Van Basten fu spesso burrascoso e ricco di contrasti.

In un intervista a Fox Sports HD, per la serie Collezione Capello, Van Basten ha ripercorso i tempi della sua militanza in rossonero: “Sacchi è stato bravo perchè ha introdotto un calcio molto diverso. Quando vinci hai ragione, ma non sono sempre stato d’accordo con lui: era troppo fanatico per la mia idea di calcio. Con Capello invece non c’era quella esagerazione“.

Van Basten ha riservato parole anche per Ibrahimovic e per il suo futuro: “Ibrahimovic ora è molto concreto: segna tanto e non fa più circo. Ho cercato di dimenticare il calcio giocando un pò a golf e a tennis. Adesso lavoro per la Fifa e cerco di dare il mio contributo per il bene di questo sport“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy