Sei qui: Home » Ipse dixit » Belotti: “Shevchenko è stato un mio idolo, ma non valgo 100 milioni”

Belotti: “Shevchenko è stato un mio idolo, ma non valgo 100 milioni”

Tra Crespo e Shevchenko. Andrea Belotti ha parlato a lungo del suo momento magico nel corso dell’ultima puntata di Tiki Taka. L’attaccante del Torino, in particolare, si è soffermato sui paragoni con due grandi ex bomber del Milan.

Gli attaccanti che sono lì in alto sono fortissimi e sono in grado di fare tre gol in ogni gara – ha spiegato il giocatore granata -. Bisogna solo pensare a sé stessi e restare molto concentrati. Io come Crespo? Ha dimostrato molto di più lui, io per il momento non ho ancora fatto niente“. E ancora: “Shevchenko era un campione sia dentro che fuori dal campo, è stato un mio idolo, mi colpiva e piaceva molto il fatto che riuscisse a fare gol in ogni modo“.

LEGGI ANCHE:  Milan, futuro Lazetic: tre squadre di Serie A su di lui

Infine sulle valutazioni del mercato e le sirene che lo vorrebbero presto lontano da Torino: “Sinceramente non mi sento di valere 100 milioni. Nel mercato ormai ci sono cifre sempre spropositate, i livelli dei giocatori si sono alzati troppo“.