Frenata nel rinnovo di Suso: lo spagnolo vuole più soldi rispetto al pre-accordo di Febbraio. Ecco le cifre

Frenata nel rinnovo di Suso: lo spagnolo vuole più soldi rispetto al pre-accordo di Febbraio. Ecco le cifre

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Da ieri la nuova società del Milan, subentrata col closing dello scorso giovedì, è diventata operativa H24 ed i primi impegni per Marco Fassone e soci sono rappresentati dai rinnovi dei big rossoneri, Donnarumma e Suso in primis. Proprio con riguardo al fantasista spagnolo la situazione sembra essere meno ottimistica di qualche mese fa, quando tutto sembrava praticamente fatto per il prolungamento dell’accordo col Milan: Galliani aveva trovato l’accordo con l’agente, i cinesi lo avevano approvato e mancavano solo le firme post-closing. Ed invece adesso non è così, almeno stando a quanto riporta oggi Tuttosport.

Secondo il quotidiano torinese, il problema è meramente di natura economica: i due milioni e mezzo pattuiti a febbraio non andrebbero più bene all’ex Liverpool, che vuole strappare un accordo a tre milioni annui. Nulla di insostenibile, ci mancherebbe, ma è un segnale di come le situazioni soprattutto dopo il passaggio di proprietà sono sempre abbastanza delicate.

D’altro canto, Suso ha ampiamente dimostrato di essere l’uomo in più del Milan di quest’anno ed è per tale motivo che Fassone e Mirabelli hanno tutta l’intenzione di prolungare l’accordo con lo spagnolo. Nelle prossime settimane le parti si risentiranno per arrivare ad un accordo che accontenti tutti: del resto Suso vuole restare al Milan, Montella e la dirigenza vogliono trattenerlo e 500 mila euro in più o in meno non devono fungere da ostacolo per arrivare alle firme sul rinnovo.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy