Sei qui: Home » Raggi X » Habemus Mirabelli: dall’intuizione Gabriel Jesus al malessere per Kondogbia

Habemus Mirabelli: dall’intuizione Gabriel Jesus al malessere per Kondogbia

Habemus Mirabelli. Da tre ore l’ex capo scout dell’Inter è il nuovo Dirigente Sportivo e Direttore dell’Area Tecnica del Milan (leggi qui il comunicato ufficiale). Massimiliano, un pò come Sarri, è l’esempio del fenomeno che si è costruito la propria carriera con la gavetta: esattamente dieci anni fa vinceva il suo primo campionato di Promozione con il San Calogero. Da Vibo Valentia a Milanello. Successivamente dopo il Campionato di Promozione Mirabelli conoscerà anche la Serie D e la Serie C, fino all’importante incarico al Sunderland.

Ma è il 2014 l’anno della definitiva consacrazione: l’Inter lo chiama e lui risponde con tante ottime intuizioni di mercato, da Perisic a Brozovic, fino a Murillo. E c’è chi dice che abbia consigliato senza successo ad Ausilio un certo Gabriel Jesus a 12 milioni. Ma non solo: l’ormai direttore rossonero avrebbe sconsigliato alla dirigenza nerazzurra anche l’acquisto di Kondogbia. 

LEGGI ANCHE:  Origi, svelata la data del rientro in campo: le ultime

Ma Mirabelli non è solo calciomercato e scrivania, ma sopratutto uomo di campo. Ieri, nell’incontro con Fassone a Casa Milan si è presentato con Vincenzo Montella, segno che tra i due c’è già un buon rapporto, maturato sicuramente, in gran segreto, nei mesi scorsi. Massimiliano si vedrà spesso anche a Milanello, come dimostrano già le presenze in questi giorni. Perchè Mirabelli scruta, osserva e intuisce. Quelle intuizioni che, mai come quest’anno, serviranno nel calciomercato. E il Milan riparte proprio da un fuoriclasse: Massimiliano Mirabelli.

Foto: (www.acmilan.com)