Riecco la difesa a tre. Pura necessità o esperimento per il futuro?

Riecco la difesa a tre. Pura necessità o esperimento per il futuro?


Dopo la prestazione con molte ombre e poche luci, ma che ha portato un insperato punto importantissimo per la classifica, di Bergamo, il Milan si rituffa nel campionato e si prepara ad affrontare il Bologna in quella che sarà l’ultima gara casalinga della stagione. Una partita che conta tantissimo, un match che potrebbe portare, se arrivasse una vittoria quasi sicuramente, il Diavolo di nuovo in Europa dopo quattro lunghi anni di assenza. Come per la gara di Bergamo, Vincenzo Montella sembra intenzionato a riproporre la difesa a tre, cinque centrocampisti e due attaccanti. Un modulo inedito, visto per la prima volta sabato scorso, che è dovuto anche all’emergenza terzini che ha colpito la squadra rossonera nell’ultimo periodo. Agli infortuni di Abate ed Antonelli e alle precarie condizioni fisiche di Calabria, infatti, si sono aggiunti i problemi di De Sciglio che lo hanno costretto a dare forfait fino alla fine del Campionato.

Ecco che Montella si trova di fronte alla necessità di proporre tre difensori centrali, contro il Bologna ci sarà il rientro di Paletta che andrà a completare il reparto con Zapata e Romagnoli, e due esterni che operino a tutto campo per l’intera gara. La difesa a tre è stata spesso un tabù in casa Milan. L’ex Presidente Silvio Berlusconi, infatti, aveva molte convinzioni tattiche tutte sue e, tra queste, c’era l’assoluta ostilità verso la difesa a tre. Ci provò Allegri per un periodo, ma gli fu fatto capire che doveva cambiare modulo e, Zaccheroni, assiduo sostenitore del modulo con i tre dietro, nonostante lo scudetto vinto, non andò mai molto d’accordo con il Cavaliere. Ora, Montella, senza i dettami presidenziali si trova certamente più libero per poter sperimentare e scegliere il modulo migliore per il suo Milan.

Al momento, come detto, questa disposizione tattica arriva più per necessità che per scelta, ma in passato Montella ha schierato spesso le sue squadre con la difesa a tre. Ricordiamo, per esempio, la sua prima e convincente Fiorentina. C’è la possibilità di vedere il Milan con questa disposizione anche nel prossimo anno? Nulla è scontato o si può escludere a priori e di certo il mercato ci darà qualche risposta in più a tal proposito. L’arrivo di un altro forte centrale, dopo Musacchio, potrebbe per esempio far pensare ad una soluzione con i tre dietro. Strada percorribile anche con i vari Abate, De Sciglio (se dovesse restare), Antonelli, ma soprattutto con il quasi milanista Ricardo Rodriguez. Di certo è ancora presto per parlarne, ma il nuovo Milan può nascere a quattro o a tre, e in questo momento non si può escludere nulla.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl